Cronaca

"Percorso vita" a Barcola, Lodi: «Accolta proposta, presto i primi attrezzi»

Una zona di allenamento all'aperto per sportivi, anziani e disabili, presentato il primo progetto di Lorenzo Alberti (III Circoscrizione, Lista Dipiazza) 

Pronte le prime progettazioni per il futuro "Percorso salute" a Barcola. Così ha dichiarato l'assessore comunale ai lavori pubblici Elisa Lodi: «Per la questione del percorso vita evidenzio che il consigliere Panteca della lista Dipiazza ha portato alla mia attenzione tale richiesta per la pineta di Barcola che in considerazione del numero di sportivi che la frequentano è stata accolta con favore! Ci si sta già lavorando con gli uffici in modo da inserire quanto prima almeno qualche attrezzo».

Lo scopo del progetto, a cura di Lorenzo Alberti (III Circoscrizione, Lista Dipiazza) è di inserire all’interno del parco di Barcola un percorso salute al fine di sviluppare e diffondere aree di "outdoor fitness". I percorsi vita, nati dalla filosofia nordica , sono costituiti da una serie di attrezzi, solitamente in legno, che vengono disposti a circuito per allenare tutti i muscoli del corpo. Generalmente sono situati all’interno di aree verdi ma sempre di più si stanno sviluppando anche in spazi urbani, spiagge e percorsi montani.

Queste attrezzature sono adatte non solo a giovani e sportivi ma anche a: 
- Anziani e persone con difficoltà motorie, perché tutti gli attrezzi sono studiati per accompagnare l’utilizzatore nel movimento corretto;
- Disabili, in quanto alcuni attrezzi sono stati studiati appositamente per loro;
- Ci si può allenare in coppia, infatti la maggior parte dei macchinari è doppia, ovvero in un solo attrezzo ci sono due stazioni di lavoro, che possono essere utilizzate nello stesso momento per allenarsi insieme.

Il collocamento nel parco di Barcola risulta perfetto in quanto già centro di aggregazione da parte di molti sportivi i quali vanno a correre sul lungomare, in più in questo rione è presente una nutrita presenza di associazioni sportive in particolar modo collegate al mondo del canotaggio, nonché di altre attività sportive. Nella pineta di Barcola, vicino al secondo bar, sono ancora disponibili degli spazzi sufficienti al nostro progetto senza l’abbattimento di nessun albero. 

Tutte le macchine acquistabili possono essere tenute all’aperto e sono durevoli in quanto prodotte in metallo, le aziende produttrici certificano che rispondono alle normative di sicurezza, hanno una garanzia di due anni che ricomprende anche l’intervento diretto alla sostituzione di qualsiasi parte mal funzionante o usurata fino alla sostituzione integrale della macchina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Percorso vita" a Barcola, Lodi: «Accolta proposta, presto i primi attrezzi»

TriestePrima è in caricamento