Mercoledì, 17 Luglio 2024
Il sequestro

Pesce scaduto e non conforme: 13mila euro di multa a un negozio etnico

Sono stati inoltre sequestrati circa 16 chili di prodotto. I 50 chili di branzini sequestrati la settimana scorsa sono stati devoluti in beneficenza ai Frati di Montuzza

TRIESTE - Pesce venduto dopo la scadenza o con termine minimo di conservazione superato oppure privo delle indicazioni obbligatorie in italiano: per queste violazioni la capitaneria di porto ha elevato a un esercizio commerciale etnico tre sanzioni amministrative per un totale di 13.500 euro. Sono stati inoltre sequestrati circa 16 chili di prodotto ittico "non conforme", che è stato affidato in custodia al trasgressore per le successive determinazioni delle autorità competenti in materia (Istituto Controllo Qualità e Repressione Frodi e Azienda Sanitaria di Trieste). L'operazione è stata svolta nel corso delle periodiche attività di controllo da parte del nucleo ispettori pesca della capitaneria

Inoltre, in seguito al sequestro di 50 chili di branzini eseguito durante i controlli della scorsa settimana, dopo le verifiche dell’Azienda Sanitaria Triestina che ne ha confermato l’idoneità al consumo umano, tutto il prodotto è stato devoluto in beneficenza ai frati di Montuzza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesce scaduto e non conforme: 13mila euro di multa a un negozio etnico
TriestePrima è in caricamento