rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Cronaca Altopiano Carsico / Via Doberdò

Pestaggio di gruppo a Opicina: 14enne preso a calci da 3 minorenni

Il ragazzo avrebbe cercato di difendere un'amica dai commenti espliciti del gruppo. La Polizia: "Siamo alla ricerca dei responsabili. Un atto ingiustificabile"

Un 14enne "preso a pugni e calci in testa" da tre ragazzi sui 17 anni, un sospetto danno alla retina, poi scongiurato dai controlli, danni fisici e psicologici per un adolescente che avrebbe solo cercato di difendere un'amica. I due, entrambi 14enni, stavano camminando nel parco del ricreatorio di via Doberdò, non a sera tarda ma alle 19 del pomeriggio. I tre aggressori, sembrerebbe italiani, sbucati improvvisamente dalla Dolina, avrebbero rivolto alla ragazza alcune battute pesanti e a sfondo sessuale. Una blanda difesa da parte del ragazzo, poi il pestaggio, in tre contro uno. È quanto si legge in questi giorni in un post nel gruppo Facebook "Vivere Opicina e l'altipiano", e la Polizia conferma. 

"L'intervento è stato svolto successivamente all'aggressione dalla volante del commissariato di Duino - racconta il dirigente della Questura dottor Davide d'Auria -, sono in corso gli accertamenti per individuare gli autori dell'aggressione. Dobbiamo ancora verificarlo ma il ragazzo dovrebbe essere stato portato in ospedale, anche se non c'è stato l'intervento dell'ambulanza".

Sulle motivazioni dell'aggressione, d'Auria non smentisce il movente della difesa agli apprezzamenti pesanti, "un movente comunque da accertare, ma che ricade nella categoria dei 'futili motivi'. Poco importa quale sia stata la causa, i responsabili devono essere trovati perché non ci sono giustificazioni possibili a quello che è successo". 

Molo 4, botte durante la festa: «Rotta la mandibola: dovrà essere operato»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pestaggio di gruppo a Opicina: 14enne preso a calci da 3 minorenni

TriestePrima è in caricamento