menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Strada Nuova per Opicina: raccolta firme per le strisce pedonali

Una sessantina di famiglie della zona tra via dei Baiardi e via del Sommacco ha dato il via ad una petizione online affinché il Comune realizzi un attraversamento pedonale. L'assessore Polli: "Mandateci la segnalazione e valuteremo i tempi per l'intervento"

Circa una sessantina di famiglie residenti nella zona del rione di Cologna Alta tra le vie del Sommacco e dei Baiardi hanno avviato una petizione online affinché il Comune di Trieste si impegni nella realizzazione di un attraversamento pedonale sulla Strada Nuova per Opicina. "Le fermate degli autobus posizionate sui due sensi della carreggiata di Strada Nuova per Opicina, incrocio Via Baiardi e Via Sommacco - si legge nella petizione - servono un bacino di utenza molto elevato di persone, residenti anche in Via Artemisio, in Via Fleming e in Via Calpurnio. Molte di queste persone sono bambini, ragazzi o anziani. L’estensione del rettilineo sul quale sono posizionate le due fermate dei bus è ridotta e per tale ragione la visibilità da parte dei pedoni è scarsa". 

L'attraversamento

"La difficoltà nell’attraversamento - continua la nota - si accentua dal crepuscolo in poi, perché questo incrocio è scarsamente illuminato. Il rischio di attraversamento pedonale in questo punto della Strada nuova per Opicina è molto elevato". La petizione online è partita per ridurre il rischio di investimenti e per chiedere che l'attraversamento venga fatto e, cosa importante secondo le 60 famiglie, che venga illuminato. 

L'incidente in via Clivo Artemisio

L'assessore all'Urbanistica 

Abbiamo quindi sentito Luisa Polli, assessore con delega all'urbanistica, per chiederle un commento sulla petizione. "Dal mese di settembre dell'anno scorso esiste un Piano di Sicurezza Urbana - spiega la Polli - che è stato approvato da tutte le forze politiche che siedono in Consiglio Comunale per la bontà dell'operazione e che funziona proprio grazie alle segnalazioni dei cittadini. Inoltre abbiamo incrociato questi dati con il censimento degli incidenti con i dati oggettivi dei rilievi delle forze dell'ordine - continua l'assessore - ed è emersa una graduatoria di interventi da fare, a seconda della pericolosità, della presenza di incidenti mortali, con feriti e via a scalare, per rendere sicure le nostre strade". "È giusto che rispetto alla pericolosità si dia risposta preventiva immediata". 

La petizione 

"Chiedo ai residenti della zona interessata dalla comprensibile problematica di inviare la segnalazione prima possibile così a fine settembre potremo esaminare e valutare la proposta d'intervento, naturalmente di concerto con l'assessorato ai Lavori Pubblici e alla collega Elisa Lodi e stabilire poi i tempi di realizzazione".   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La ricetta della torta mimosa per festeggiare le donne

social

Nasa: arriva la prima foto panoramica di Marte

social

'Enoteche d'Italia': la guida del Gambero Rosso premia anche Trieste

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento