Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Piano del Traffico. Le Novita' dopo le Proposte di Modifica

Prosegue l’iter per il nuovo Piano Generale del Traffico Urbano (PGTU).L'assessore alla mobilità e traffico Marchigiani ha evidenziato che: la proposta tecnica definitiva andrà in Giunta a inizio luglio (e con la cui adozione inizierà l’iter...

Prosegue l'iter per il nuovo Piano Generale del Traffico Urbano (PGTU).
L'assessore alla mobilità e traffico Marchigiani ha evidenziato che:
la proposta tecnica definitiva andrà in Giunta a inizio luglio (e con la cui adozione inizierà l'iter "ufficiale" del Piano con la pubblicazione all'Albo, la fase delle "osservazioni" formali, la Valutazione ambientale strategica, i pareri obbligatori delle Circoscrizioni e della Provincia con particolare riguardo al Trasporto Pubblico Locale, fino all'approvazione in Consiglio Comunale prevista per ottobre-novembre) porterà e "conterrà" in sé, per la prima volta, tutte le modifiche derivate dalla partecipazione".

Per quanto concerne i contenuti della proposta di delibera che, così redatta, si appresta a breve ad approdare in Giunta, l'Assessore Marchigiani e il "mobility manager" Bernetti ne hanno così delineato i principali aspetti:


- potenziamento delle aree pedonali e delle zone a traffico limitato a elevata valenza pedonale, con le rilevanti novità dell'inclusione fra le aree pedonali tendenzialmente dell'intera via Imbriani, ma anche di tutta la via Mazzini, compreso il tratto in prossimità delle Rive (e perciò con uno spostamento delle linee bus); oltre a un ampliamento dei marciapiedi in via Gallina e a un "rafforzamento" dei percorsi ciclabili (ricercando una loro minore "promiscuità" rispetto alle corsie delle auto e dei mezzi pubblici e istituendo ove possibile piste ciclabili esclusive).

Di assoluto rilievo anche l'orientamento verso la limitazione, per quanto possibile, dell'attraversamento del Borgo Teresiano sia da parte del trasporto pubblico che di quello privato, in linea con l'intendimento di accrescere la "pedonalità" di quest'area anche a seguito della "posa" del nuovo ponte sul Canale e della riqualificazione in tal senso di via Trento e di largo Panfili.

Si punterà a limitare l'appesantimento del traffico in vie evidenziate come critiche nell'ambito della "partecipazione", quali ad esempio la via Galatti, ma anche - per quanto riguarda i bus - a eliminarne la previsione pensata in un primo momento ma su cui si è manifestata la forte contrarietà dei cittadini residenti, come in particolare per via della Geppa, oppure a riorganizzarne linee e capolinea per evitare che alcune vie siano utilizzate semplicemente per invertire la loro marcia (ad es. sul percorso Mazzini-Tommaseo-Corso Italia).

E mentre per quanto concerne il Trasporto Pubblico, e ferma restando la competenza finale della Provincia nella valutazione di questo aspetto, è a tutt'oggi aperto un tavolo tecnico con Comune, Provincia e Trieste Trasporti per individuare criticità e soluzioni per l'intero territorio, per i Borghi Teresiano e Giuseppino in particolare, ulteriori interessanti novità riguardano la gestione della sosta dei residenti: assecondando le richieste degli abitanti di queste zone e delle relative Circoscrizioni, il nuovo Piano del Traffico intende prevedere una esenzione al pagamento della sosta per i residenti nelle zone di "fascia rossa" in cambio di un contributo mensile basato sulle fasce di reddito e sull'ISEE, fino alla gratuità completa per le fasce più basse. "Previsione questa di assoluta novità - ha sottolineato la Marchigiani - per cui Trieste potrebbe risultare all'avanguardia, e forse la prima in assoluto a introdurre un tale sistema". Al quale potrebbero aggiungersi - ha continuato l'Assessore - tariffe agevolate nei grandi "contenitori" di parcheggio coperti, per le quali sono già in corso trattative con i gestori privati.

Ancora in tema di sosta a pagamento la Marchigiani e Bernetti hanno rilevato come siano state recepite, nell'appena conclusa fase di ascolto e "partecipazione", molte delle richieste espresse, in entrambi i sensi, dalle Circoscrizioni territoriali: in alcuni casi a favore della sosta a pagamento (come per alcune zone di Opicina, Prosecco e Basovizza), in altri in senso contrario a tale soluzione, come, in aree più centrali della città, per via Vergerio e per larga parte di via Settefontane.
Un ampio riordino del sistema di traffico è stato studiato anche per l'intera area dell'Ospedale Maggiore, peraltro ancora in fase di più compiuta definizione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano del Traffico. Le Novita' dopo le Proposte di Modifica

TriestePrima è in caricamento