rotate-mobile
Urbanistica, decoro e ambiente

Da Miramare a Campi Elisi: ecco come cambierà la pista ciclabile

Saranno uniti i tratti ancora scollegati. Babuder: "I lavori saranno completati entro l'anno". Avviati anche i lavori di riqualificazione del verde in piazza Libertà

TRIESTE - Entro l'anno una pista ciclabile dal bivio di Miramare fino a viale Campi Elisi, con una serie di interventi che permetteranno di unire i tratti ancora scollegati tra loro, agevolando il passaggio dei ciclisti e favorendo la mobilità sostenibile. Intanto ieri sono stati avviati i lavori per la riqualificazione del verde in piazza Libertà, punto di passaggio per i ciclisti e biglietto da visita per chi arriva in città dalla stazione centrale. E’ quanto annuncia a margine di una conferenza stampa l’assessore comunale alle politiche del territorio e all'Urbanistica, Michele Babuder.

L'incontro con la Trieste Trasporti

Rispondendo a un’interrogazione nel consiglio comunale di ieri, lunedì 26 giugno, Babuder ha annunciato che i lavori sulla pista ciclabile saranno conclusi entro l’anno in corso. “Ho avuto un incontro con Trieste Trasporti - ha spiegato Babuder -, per l’allungamento e la definizione congiunta della pista ciclabile, che si unirà con la bretella appena realizzata”. La pista continuerà anche in zona campo Marzio e “non sarà sulla sede stradale di via Giulio Cesare - ha precisato l’assessore -, ma continuerà a correre sul marciapiede perché altrimenti non viene garantita alcuna sicurezza in più per una pista sulla strada, all’uscita del porto e con gli autobus che circolano”.

L'allargamento sotto il cavalcavia di Barcola

In programma anche il rifacimento del tratto in viale Miramare nella zona della stazione centrale, che passerà a fianco della strada destinata alla sosta dei taxi e arriverà fino all’attraversamento pedonale. “Ci sarà un allargamento sotto il cavalcavia - ha spiegato ancora Babuder - e la pista sarà bidirezionale, a destra e a sinistra, dopo che Acegas avrà collegato i sottoservizi con il nuovo allaccio appena realizzato in Porto Vecchio. Sempre entro l’anno ci sarà la progettazione per le parti che mancano nella zona di Barcola, dal Saturnia fino al collegamento con la parte di viale Miramare alla fine della pineta”.

Piazza Libertà

Per quanto riguarda piazza Libertà, ieri è stato transennato il monumento alla principessa Sissi per il ripristino dell’aiuola, vista la quasi assenza del manto erboso. “Sarà ristabilito l’impianto di irrigazione - ha spiegato Babuder - devo ringraziare Acegas per la collaborazione e la pulizia puntuale. Voglio far partire l’impianto di irrigazione come in tutti i giardini, vanno fatti funzionare salvo necessità di risparmio idrico e ambientale. Dopodomani faremo interventi anche in piazza Hortis”. Saranno anche ripristinate le centraline per l’illuminazione del monumento e l’impianto elettrico, oltre all'avviamento di un piano più forte di derattizzazione per risolvere il problema dei topi che infestano la zona. Ci sarà anche il riporto della terra sulle aiuole e il ripristino del piano di calpestio. Oltre a questo, è stata svolta un’opera di pulizia profonda e sanificazione con la calce viva delle zone impropriamente usate come latrina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Miramare a Campi Elisi: ecco come cambierà la pista ciclabile

TriestePrima è in caricamento