Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

#piazzapermanente

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Noi non ricattiamo nessuno, ma non siamo più disposti ad essere ulteriormente presi in giro.
Siamo stati traditi sul tetto stipendiale e sul rinnovo contrattuale. Ci diano quello che hanno promesso e non hanno mantenuto o se ne vadano a casa! I poliziotti non ne possono proprio più! Il SAP in ambito nazionale è in piazza dal 27 agosto sotto Piazza Montecitorio con un presidio continuo, mentre un camper sta girando tutta l'Italia nell'ambito dell'operazione #piazzapermanente per rappresentare il forte malcontento che serpeggia tra gli appartenenti al comparto sicurezza. Una tappa toccherà nei prossimi giorni anche a Trieste. Da mesi il SAP promuove una petizione online www.poliziaunita.it per l'unificazione delle forze di polizie, oggi evidentemente troppe per le possibilità economiche di questo Paese. Fa piacere che dopo molti mesi ci si accorga che la strada giusta per poter utilizzare al meglio le risorse a disposizione per la Sicurezza è tagliare gli sprechi. Si metta mano su quelli piuttosto che tagliare ancora i salari degli uomini e donne in divisa. Con i risparmi dell'unificazione si potrebbe far fronte alle troppe carenze della Polizia di Stato e delle altre Forze di Polizia che spesso il SAP denuncia. Con quelle risorse risparmiate si potrebbe quindi anche sbloccare l'iniquo tetto salariale fermo ormai da troppi anni, che impoverisce le famiglie dei poliziotti, che continuano a fare il loro dovere e difendere le Istituzioni, malgrado siano letteralmente abbandonati da esse, sotto tutti gli aspetti.

Il Segretario Provinciale

Lorenzo Tamaro

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

#piazzapermanente

TriestePrima è in caricamento