Cronaca

"La città non vi dimenticherà mai": Matteo e Pierluigi sono cittadini onorari di Trieste

Il Consiglio comunale si è riunito in sessione straordinaria e in forma solenne per conferire la cittadinanza onoraria ai due figli delle stelle, uccisi lo scorso 4 ottobre all'interno della questura giuliana

"Trieste non vi dimentica, c'è e ci sarà sempre". Un lungo ed emozionante applauso ha accompagnato il conferimento della cittadinanza onoraria di Trieste all'agente PIerluigi Rotta e all'agente scelto Matteo Demenego, i "figli delle stelle" assassinati il 4 ottobre 2019 all'interno della questura giuliana. Riunitosi in forma solenne nel teatro Verdi, il Consiglio comunale ha espresso "l'immutata vicinanza ai famigliari nel ricordare l'adempimento del dovere" dei due agenti di polizia, ricordati dal sindaco Roberto Dipiazza e dal prefetto Franco Gabrielli nei rispettivi interventi. 

"Matteo e Pierluigi - così il primo cittadino - sono tra i figli migliori che la città ha perso. Il loro sacrificio ci ricorda il lavoro svolto quotidianamente dalle forze dell'ordine per garantire sicurezza, libertà e democrazia". Dopo il conferimento nelle mani dei famigliari dei due agenti, il capo della polizia Gabrielli ha ricordato quel tragico 4 ottobre ribadendo la volontà delle migliaia di triestini che la sera successiva al duplice omicidio "circondarono il nostro palazzo. In quella circostanza manifestarono il gesto più esemplificativo del senso di appartenenza, la rappresentazione del riconoscimento del nostro essere sempre al vostro servizio". 

Alle parole di Dipiazza e Gabrielli è seguita la proiezione di un video che ha ricordato Matteo e Pierluigi, e l'esecuzione di alcuni brani musicali  dall'orchestra del Verdi, tra cui il Dies irae dal requiem di Mozart. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La città non vi dimenticherà mai": Matteo e Pierluigi sono cittadini onorari di Trieste

TriestePrima è in caricamento