menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Memorial "Figli delle stelle", i giornalisti donano alla Squadra Volante un'opera di Alessandra Spigai

La scultura verrà consegnata sabato durante il memorial di calcio a sette intitolato a Pierluigi Rotta e Matteo Demenego, i due agenti uccisi lo scorso 4 ottobre a Trieste. L'importante supporto dell'Ordine dei Giornalisti e dell'Assostampa

La creazione artistica, frutto di una donazione dell'Ordine dei giornalisti e dell'Associazione della stampa del Friuli Venezia Giulia e dei giornalisti di Press Trieste Football Club, sarà consegnata sabato durante il Memorial "Figli delle stelle". “Lettera per le stelle” è il titolo dell’opera che l'artista Alessandra Spigai ha pensato e composto con antichi caratteri tipografici di legno per ricordare Matteo Demenego e Pierluigi Rotta, i poliziotti uccisi il 4 ottobre 2019 nell'adempimento del loro dovere.

Il dono alla Squadra Volante

L'opera sarà donata alla Squadra Volante della Questura di Trieste dall'Ordine dei giornalisti del Friuli Venezia Giulia, dall'Associazione della stampa del Friuli Venezia Giulia e dai giornalisti di Press Trieste Football Club in occasione del Memorial "Figli delle stelle" in programma a Trebiciano sabato 25 luglio, un triangolare di calcio fra rappresentanti delle istituzioni, forze dell'ordine e giornalisti, promosso dal consigliere comunale Michele Claudio. 

L'artista

"Lettera per le stelle" è una creazione artistica dalla forma rotonda (un mondo o il mondo?) che accoglie una “folla di lettere” come un mare in movimento, come un’umanità che ondeggia e allungando le braccia tiene sospese e alla fine lascia andare due stelle, per far loro raggiungere il cielo. Alessandra Spigai, artista eclettica e autodidatta, adottata da Trieste da bambina, inizia a dedicarsi alla scultura e alla pittura dopo aver attraversato l’espressione di molte arti, dalla grafica al design, dalla scrittura alla fotografia. 

La sua arte è trasformista, inquieta e intimista. Nelle forme pittoriche come in quelle plastiche, modellate o assemblate con caratteri tipografici collezionati, trova un linguaggio primordiale e istintivo, con cui prosegue il suo percorso di sviluppo interiore, del significato profondo della vita, dell’identità dell’essere umano, spirituale e naturale. È questa la sua poetica. Espone in Italia e all’estero, vive e lavora a Trieste.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cosa non regalare mai per la Festa della mamma e perché

social

Festa della mamma: consigli e idee regalo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Fedriga: "Non fossilizziamoci sul coprifuoco, riaprire in massima sicurezza"

  • Cronaca

    Appartamento "centrale di spaccio" in piazza Foraggi: arrestato 36enne

  • Cronaca

    Turismo: da metà maggio arriva il green pass per viaggiare in Italia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento