rotate-mobile
La cerimonia / Barriera Vecchia - Città Vecchia / Piazza Giuseppe Verdi

Polizia, aumentati arresti e denunce: il bilancio annuale nel 171esimo anniversario della fondazione

Sono stati 255 gli arresti e oltre 13mila le denunce. Il Questore Pietro Ostuni ha anche richiamato l'attezione sull'abuso di sostanze e di alcolici. Nel report dell'attività relativa all'ultimo anno anche il rilascio di oltre 9mila permessi di soggiorno e l'espulsione di oltre 700 stranieri. Presenti all'evento le massime autorità cittadine

Sono state 255 le persone arrestate tra il primo aprile del 2022 e il primo marzo del 2023, mentre le persone denunciate in stato di libertà sono state 13.123. Dati che il Questore di Trieste Pietro Ostuni ha definito "in aumento rispetto al 2021", così come i reati predatori che, nonostante l'incremento, sono comunque "inferiori al periodo pre pandemico". I dati sono stati diffusi in occasione della cerimonia per il 171esimo anniversario della fondazione della polizia di stato, che ha avuto luogo stamattina nel ridotto del teatro Verdi alla presenza delle massime autorità cittadine. Tra questi il presidente della Regione Fvg Massimiliano Fedriga, il sindaco di Trieste Roberto Dipiazza, il prefetto Pietro Signoriello e il procuratore capo Antonio De Nicolo.

E' stato inoltre spiegato che la scorsa estate la Questura di Trieste ha visto l’arrivo in organico di una trentina di agenti che, secondo Ostuni, "ha compensato il numero di coloro che hanno lasciato il servizio per limiti d’età e di altri che sono stati trasferiti presso altre sedi". Oltre ai ringraziamenti a tutte le autorità presenti il Questore ha richiamato l'attenzione su alcuni temi tra cui "il consumo elevato di sostanze stupefacenti", specialmente tra i giovani e "l'uso smodato di alcolici". "Spesso facciamo interventi per liti in famiglia - ha rivelato il Questore -, tante volte aldilà delle conflittualità tra coniugi e/o conviventi, ci troviamo davanti a persone alterate per abuso di sostanze alcoliche". In particolare si è parlato di sulla vendita di alcolici a minori, specificando che nel periodo in oggetto l’articolo 100 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza (Tulps) è stato applicato sette volte.

Divisione anticrimine

Riportando alcuni dati per alcuni singoli settori del corpo di polizia, la divisione anticrimine ha notificato 73 avvisi orali, 18 fogli di via obbligatori, 10 daspo per manifestazioni sportive, 40 daspo urbani, 12 ammonimenti per “stalking” e un ammonimento per violenza domestica.

Divisione polizia amministrativa e sociale e immigrazione

In riferimento all’attività di polizia amministrativa, sono state ritirate 207 armi e rilasciate 40 carte europee d’arma da fuoco. Sono stati inoltre sanzionati 19 esercizi pubblici, di cui sette sospesi. Inoltre, 9474 sono stati i permessi di soggiorno rilasciati e 710 le espulsioni eseguite nei confronti di cittadini stranieri, mentre 9 sono stati gli allontanamenti di cittadini comunitari eseguiti.

DIGOS

Molti sono stati gli interventi della DIGOS durante le manifestazioni No vax e No green pass, in particolare per le indagini che sono seguite al blocco del varco 4 del porto di Trieste. Nel 2022, per questo episodio sono state denunciate 330 persone. Per quel che riguarda l'ambito dell'antiterrorismo, si segnala l’attività d’indagine nei confronti di un giovane cittadino tedesco di origini macedoni che, per diversi anni, ha vissuto nella provincia di Gorizia, e per il quale è stato rilevato un possibile rischio di radicalizzazione. L'attività ha consentito di impedire il suo ingresso in Italia e di monitorare il soggetto.

Polizia di frontiera

La polizia di frontiera, nel periodo in oggetto, ha rintracciato e denunciato in stato di libertà 8.719 migranti per ingresso irregolare sul territorio nazionale e sono stati arrestati 40 trafficanti di varie nazionalità, a cui si aggiunge un trafficante indagato in stato di libertà. Nel contrasto dei reati transfrontalieri, sono state complessivamente arrestate 85 persone.

Squadra Mobile

La squadra mobile ha svolto indagini per tentato omicidio, aggressioni con feriti gravi, violenze sessuali, maltrattamenti in famiglia ed atti persecutori, procedendosi, in tali contesti, alla esecuzione di provvedimenti emessi dall’autorità giudiziaria. In particolare, tra le numerose indagini, si ricordano quelle immediatamente avviate a seguito dell’accoltellamento di un quarantenne kosovaro da parte di più persone. Le attività della polizia hanno consentito di individuare gli autori del reato, denunciando sei cittadini kosovari. Un'altra indagine della mobile ha portato all’arresto di un cittadino pakistano (con precedenti) in quanto indagato del delitto di atti persecutori in danno dell’ex fidanzata.

171esimo Anniversario Fondazione Polizia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia, aumentati arresti e denunce: il bilancio annuale nel 171esimo anniversario della fondazione

TriestePrima è in caricamento