menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arrestato a Fernetti: latitante, espulso e con documenti falsi

Il giovane, ora nel carcere triestino, è stato anche denunciato a piede libero per uso di atto falso, ricettazione e guida senza patente. Il passaporto e la patente sono stati sequestrati, mentre l’autovettura, di proprietà di una società slovacca, è stata sottoposta a fermo amministrativo

Stava per lasciare il Paese il 29enne cittadino pakistano, R.W., arrestato ieri pomeriggio a Fernetti dagli agenti della IV Zona Polizia di Frontiera – Settore di Trieste. L’extracomunitario, controllato alla guida di un’auto slovacca, aveva esibito un passaporto britannico risultato rubato e poi alterato, e una patente di guida britannica risultata invece totalmente contraffatta. Da qui l’arresto con l’accusa di possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi, e di falsa attestazione d’identità a un pubblico ufficiale.

Il giovane, ora nel carcere triestino, è stato anche denunciato a piede libero per uso di atto falso, ricettazione e guida senza patente. Il passaporto e la patente sono stati sequestrati, mentre l’autovettura, di proprietà di una società slovacca, è stata sottoposta a fermo amministrativo.

Dai successivi accertamenti è emerso che dallo scorso aprile R.W. era destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, in quanto si era sottratto alla misura cautelare degli arresti domiciliari disposti dal Tribunale di Bergamo. Infine, l’arrestato è risultato anche inottemperante all’ordine di allontanamento dal territorio nazionale emesso nel febbraio 2014 dal Questore di Aosta, e per questo motivo è stato denunciato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    La zona gialla torna dal 26 aprile: ristoranti aperti anche la sera

  • Cronaca

    Operatori sanitari in piazza contro l'obbligo vaccinale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento