Cronaca Isontino

Controlli anti Covid della Polizia: nella rete finiscono due latitanti

Si tratta di un cittadino rumeno di 29 anni e un 34enne serbo. I due uomini sono stati accompagnati presso la Casa Circondariale di Udine a disposizione dell’Autorità Giudiziaria

In due distinte operazioni la Polizia di Stato, in particolare il personale del Reparto Prevenzione Crimine di Torino, aggregato per l’emergenza sanitaria presso il locale Settore di Polizia di Frontiera, ha dato esecuzione a due ordini di cattura. Nella notte del 16 aprile scorso, nei pressi del casello autostradale di Villesse (GO), gli agenti hanno fermato per un controllo un furgone a bordo della quale viaggiava un cittadino rumeno di 29, diretto in Slovenia. Dopo alcuni riscontri sulle banche dati, hanno accertato che sull’uomo pendeva un ordine di carcerazione, emesso nel 2018 dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Arezzo, al fine di scontare una pena residua di quattro mesi di reclusione per guida in stato di ebbrezza.

Nel corso della notte successiva lo stesso personale, nei pressi dell’ex valico confinario di S. Andrea (GO), ha rintracciato un 34enne serbo, alla guida di un furgone, sul quale pendeva un provvedimento di cattura, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Modena, dovendo lo stesso espiare una pena di otto mesi di reclusione per reati contro il patrimonio. Dopo la notifica dei provvedimenti restrittivi i due uomini sono stati accompagnati presso la Casa Circondariale di Udine a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli anti Covid della Polizia: nella rete finiscono due latitanti

TriestePrima è in caricamento