Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Tentano di rubare jeans all'Oviesse, ma vengono scoperti dalla commessa

L'intervento della Polizia dopo la telefonata al 113: la Squadra Volante ha sequestrato strumenti atti a offendere per i quali sono stati denunciati, oltre al possesso di un iPhone e vari documenti rubati. Sono stati arrestati e condotti nel carcere di via del Coroneo

La Polizia di Stato ha arrestato per tentato furto aggravato in concorso un cittadino kosovaro, L.H., nato nel 1972, che ha richiesto la protezione internazionale, e un cittadino polacco, A.D., nato nel 1989, entrambi senza fissa dimora in Italia.

Una commessa del negozio di abbigliamento Oviesse di viale XX Settembre ha sentito provenire dall’interno di un camerino di prova alcuni rumori di placche antitaccheggio rimosse e ha chiesto conto alla persona appena uscita: questi le ha consegnato un paio di pantaloni con all’interno occultate alcune placche e successivamente un paio di pantaloni che aveva nascosto in uno zaino; poi ha invitato l’altro appena uscito da un altro camerino di restituire quanto prelevato, cioè due paia di pantaloni ai quali erano state tolte le placche, lasciate nel camerino.

Il responsabile del negozio ha informato il 113 e, una volta giunto sul posto, un equipaggio della Squadra Volante ha identificato i due uomini. Il polacco è stato trovato in possesso di due pinze a punta viva, mentre il kosovaro di un tagliaunghie di grosse dimensioni: per questo motivo sono stati anche denunciati per il possesso di oggetti atti a offendere. Il cittadino comunitario, inoltre, è stato denunciato per ricettazione avendo con sé un iPhone risultato essere provento di furto e documentazione intestata a un cittadino italiano.

Dopo le formalità di rito, i due sono stati arrestati e condotti per il carcere di via del Coroneo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentano di rubare jeans all'Oviesse, ma vengono scoperti dalla commessa

TriestePrima è in caricamento