Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Barriera Vecchia - Città Vecchia / Piazza Dell' Unita' D'Italia

Polizia Locale, riconoscimenti a 5 agenti per le loro azioni in tutela delle persone più deboli e del patrimonio urbano

Ieri la cerimonia nel salotto azzurro del Comune alla presenza del sindaco, il vicesindaco, il comandante della Polizia locale Sergio Abbate e il vice Luciano Momic

Nel corso di una breve ma significativa cerimonia, svoltasi ieri (giovedì 22 maggio) nel salotto azzurro del Comune di Trieste, il sindaco ha conferito cinque encomi ad altrettanti agenti della Polizia locale, che si sono distinti per professionalità e spirito d'iniziativa nel corso di alcuni episodi particolarmente problematici verificatisi nella nostra città, tutelando con i loro interventi le persone più deboli e il patrimonio urbano.

Il primo encomio è andato all'agente scelto Stefano Maar che, la notte dell'8 aprile, rientrando a casa al termine del servizio notturno, da solo è riuscito a identificare due ragazzi, intenti ad imbrattare e a danneggiare con scritte un edificio di via Giulia.

Analoghi riconoscimenti sono stati conferiti al maresciallo capo Marco Coloni e agli agenti scelti Alessandro Brescia e Andrea Visintin, che il 15 aprile scorso si sono adoperati per sventare una truffa ai danni di un'anziana che era stata contattata da presunti operatori sanitari.

Altro encomio infine per l'agente scelto Lorenzo Lanza, che libero dal servizio, lo scorso 3 maggio, è intervenuto per difendere una mamma con i suoi due bambini, che era strada aggredita dall'ex compagno.

Alla cerimonia, oltre al sindaco, sono intervenuti il vicesindaco, il comandante della Polizia locale Sergio Abbate e il vice Luciano Momic, che ha più voci hanno espresso ammirazione e gratitudine per la preziosa e professionale opera di questi 5 agenti, che in tre specifici casi si sono distinti per il loro servizio alla nostra comunità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia Locale, riconoscimenti a 5 agenti per le loro azioni in tutela delle persone più deboli e del patrimonio urbano

TriestePrima è in caricamento