rotate-mobile
Consegna in ritardo

Pistole della Polizia Locale rimandate a settembre, slitta tutto dopo l'estate

Le Glock non sono ancora arrivate ma il ritardo, che comporta lo slittamento della piena operatività del Corpo, non preoccupa l'assessore alla Sicurezza Maurizio De Blasio: "L'importante è arrivare bene, col piede giusto". Una sessantina le prossime assunzioni, "le prime entro la fine dell'anno". Pronta l'armeria

TRIESTE - "Paghiamo una situazione di crisi generale delle forniture, per questo motivo l'armamento della Polizia Locale slitterà a settembre". E' quanto trapela da una indiscrezione raccolta da TriestePrima in occasione della cerimonia per i 160 anni del Corpo e confermata dall'assessore alla Sicurezza del Comune di Trieste, Maurizio De Blasio. "Il problema ha interessato moltissimi ambiti ma devo dire che non siamo preoccupati, l'importante è arrivare con precisione all'operatività dell'armamento, col piede giusto". L'esponente della giunta Dipiazza non è allarmato e guarda il bicchiere mezzo pieno. "Il ritardo nella fornitura non è responsabilità nostra, non cambia tantissimo se dobbiamo aspettare tre quattro mesi in più". 

"Arrivare bene all'armamento"

Di mezzo c'è l'estate e proprio oggi si è tenuta la riunione in Prefettura che ha rinnovato l'ordinanza anti vetro. "Bisogna garantire il diritto al divertimento e al lavoro nel pieno rispetto delle regole". L'estate è la stagione dell'anno in cui i giovani rimangono in giro di più e nell'ambito dei controlli notturni la presenza della Polizia Locale avrebbe alleggerito il carico di lavoro estivo. "E' vero - dice De Blasio - ma sono servizi che comunque vengono svolti in collaborazione alle altre forze dell'ordine. Ripeto, è importante arrivare bene all'armamento". Se le Glock non arriveranno a breve, dall'altro lato l'armeria è quasi pronta. "Faremo i corsi di formazione" ha detto il comandante Walter Milocchi. 

Pistole e nuove assunzioni

Le pistole vengono prodotte a qualche chilometro da Vienna, nel comune di Deutsch-Wagram. Nei mesi passati la politica triestina si era divisa sull'opportunità o meno di dotare il Corpo delle armi. La scelta è stata però difesa legando la presenza delle pistole alla possibilità di estendere il controllo del territorio anche in orario notturno (cosa che dopo un certo orario non avviene oggi). L'altro dato a supporto della tesi è quello che vuole Trieste come uno dei pochi capoluoghi di regione a non avere una Polizia Locale armata. "La completezza dell'operazione riguarda poi anche le fondine e le munizioni" conclude De Blasio. Infine, sulle nuove assunzioni annunciate dal sindaco Roberto Dipiazza, De Blasio fa sapere che saranno "una sessantina tra ufficiali ed agenti. Arriveremo all'incirca a 250. Le prime saranno entro la fine dell'anno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pistole della Polizia Locale rimandate a settembre, slitta tutto dopo l'estate

TriestePrima è in caricamento