Sacco pieno di materiale edile nell'indifferenziata: 500 euro di multa

Nella giornata di ieri 11 novembre la Polizia Locale ha sorpreso un operaio in via Molino a vento

Il Nucleo guardie ambientali della Polizia Locale ha un occhio di riguardo alle problematiche legate alla gestione dei rifiuti perché è un tema cruciale dei nostri giorni: pensiamo solo a quanto i comportamenti scorretti dei singoli ricadano pesantemente sull'ambiente.

Nel tardo pomeriggio di martedì (10 novembre) una pattuglia notava in via Molino a Vento un giovane in abiti da lavoro, gettare a fatica nel cassonetto della raccolta indifferenziata un grande sacco nero (da 110 litri). La pattuglia decideva perciò di intervenire accertando che il sacco conteneva vario materiale di risulta edile: pezzi di intonaco, secchi di pittura, cartoni sporchi di polveri e malte, pezzi di piastrelle ecc...).

Gli operatori contestavano perciò all'uomo la sanzione di 500 euro per aver gettato rifiuti speciali in un normale cassonetto stradale. La medesima sanzione veniva notificata subito anche al titolare della ditta presso la quale il giovane lavorava, obbligato in solido per non aver vigilato sul corretto conferimento dei rifiuti prodotti dalla propria attività.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Individuare i primi segnali di una polmonite con il saturimetro: come funziona e i migliori modelli

  • Rischio zona rossa, ecco l'ordinanza Fvg: no caffè fuori dai bar e stop ad allenamenti

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • La Regione valuta la stretta: nel mirino il caffè fuori dai bar e le cene tra amici

  • Famiglia "picchiatrice" entra in casa di una coppia e la pesta a sangue: quattro arresti

  • Coronavirus in Fvg: sfiorati i 1200 contagi in un giorno solo

Torna su
TriestePrima è in caricamento