Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Polizia Postale in Piazza Unità con il Tir "una Vita Social"

Consigli, avvertenze e risposte per gli studenti… ma anche turisti e cittadini 29.4.2014 | 20.35 - Ha fatto oggi tappa in Piazza Unità l’iniziativa promossa dalla Polizia Postale e delle telecomunicazioni “Una vita da social”, indetta per...

Consigli, avvertenze e risposte per gli studenti? ma anche turisti e cittadini

29.4.2014 | 20.35 - Ha fatto oggi tappa in Piazza Unità l'iniziativa promossa dalla Polizia Postale e delle telecomunicazioni "Una vita da social", indetta per sensibilizzare la popolazione sui pericoli del web. «Una vita da social è un'iniziativa itinerante - esordisce Pasquale Sorgonà, dirigente regionale della Polizia Postale - partita dal Lazio e sta facendo tappa in tutte le regioni d'Italia e Trieste è una tappa intermedia di questo tour».
È stata realizzata anche una pagina Facebook dell'iniziativa, aggiornata in tempo reale in cui gli studenti potevano commentare quanto stavano ascoltando, così come nel profilo Twitter tematico.

«Stamattina abbiamo incontrato gli studenti delle scuole elementari, medie e superiori - prosegue il dirigente - adattando gli argomenti trattati a seconda dell'età del pubblico che avevamo di fronte: ai più piccolo abbiamo spiegato i pericoli derivanti dagli smartphone e le modalità per un loro corretto utilizzo; a quelli di fascia media le problematiche sia relative ai social network sia quelle della pirateria online; a quelli più grandi, infine, la questione delle truffe online ed il corretto utilizzo dei social network. La partecipazione mattutina è stata numerose da parte delle scolaresche, ed anche al pomeriggio la cittadinanza sembra aver risposto bene».

«Sulla pagina Facebook - continua il Sorgonà - sono visibili le foto della tappa triestina caricate in tempo reale sulla pagina, peraltro ufficiale in quanto gestita direttamente dalla Polizia, ed anche una clip di presentazione della tappa odierna nel capoluogo giuliano, con all'interno le location più belle e i luoghi più significativi; video che dunque ha una valenza sia culturale che turistica».

«Le domande proposte dagli studenti - aggiunge il dirigente - variavano come accennato a seconda dell'età dei proponenti, con tematiche come smartphone e "whatsapp" che sono andate per la maggiore. Questa iniziativa rientra nel quadro delle conferenze che organizziamo nelle scuole durante l'anno scolastico, sia con gli studenti che con gli insegnanti».

Infine Sorgonà ha dato alcuni consigli per poter navigare in sicurezza sul web: «Per i più giovani particolare attenzione quando si chatta in quanto non si può sapere con certezza l'identità reale che si nasconde dietro un certo profilo: se proprio si vuole organizzare un incontro comunicarlo preventivamente ai genitori, andare accompagnati e organizzarlo in un luogo affollato; evitare di dare online propri dati personali, l'indirizzo di residenza e non pubblicare troppe foto personali. Per i ragazzi di età media attenzione al cyber bullismo ed alle provocazioni che talvolta succedono sul web; non replicare alle provocazioni ma avvisare immediatamente il gestore o i moderatore di quella chat. Per i più grandi, infine, particolare attenzione alle truffe online: non fidarsi delle offerte particolarmente vantaggiose in quanto nessuno regala niente, evitare pagamenti con modalità non rintracciabili e ponderare bene l'acquisto da effettuare online senza affidarsi esclusivamente ad una foto caricata su un annuncio».

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia Postale in Piazza Unità con il Tir "una Vita Social"

TriestePrima è in caricamento