Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca Via Pietro Valdoni

Cattinara: intitolazioni a Primo Rovis e Fulvio Camerini "esempi di giusta riconoscenza"

Il Polo Cardiologico di Trieste e l'Area Ambulatori e Diagnostica saranno dedicate alle due grandi personalità. Il ricordo delle autorità cittadini e dei vertici dell'azienda sanitaria. Riccardi: "Gratitudine verso chi ha fatto tanto per la nostra città". Poggiana: "Esempi di cooperazione tra imprenditoria e scienza"

Intitolato al professor Fulvio Camerini il Polo Cardiologico di Trieste, mentre l'Area Ambulatori e Diagnostica è stata dedicata a Primo Rovis. Le targhe sono state inaugurate oggi alla presenza delle autorità cittadine e regionali, tra cui il vicegovernatore con delega alla Salute Riccardo Riccardi, che ha parlato di “scelta giusta e importante perché troppo spesso il nostro Paese ha tralasciato la giusta riconoscenza nei confronti di chi, con il proprio impegno, ha messo a disposizione della propria comunità strumenti in grado di dare risposte e offrire opportunità inimmaginabili solo fino a qualche anno fa” .

Per Riccardi “Camerini ha lasciato un segno importante nella storia del Friuli Venezia Giulia, come professionista e come uomo, ed è anche merito suo se oggi la cardiologia della nostra regione può vantare professionisti di alto profilo”, mentre di Primo Rovis il vicegovernatore ha sottolineato “l'impegno di quest'ultimo a favore della comunità regionale edella ricerca scientifica e la sua capacità di comprendere il valore dell'innovazione per il miglioramento delle cure e il potenziamento del sistema sanitario”.

Il direttore regionale di Asugi Antonio Poggiana ha sottolineato l’impegno delle due importanti personalità cittadine per la crescita degli ospedali Triestini, gli effetti delle loro opere sono ancora sotto gli occhi di tutti. Sono due importanti rappresentanti del mondo dell’imprenditoria e della scienza, due categorie che devono lavorare assieme e questa pandemia lo ha dimostrato ancora di più”.

Il rettore dell’Università di Trieste Roberto Di Lenarda, parlando del professor Camerini, ne ha lodato “le capacità cliniche ma anche il suo talento nella didattica e la spinta verso la ricerca. Molti grandi professionisti sono stati formati da lui, già trent’anni fa la sua grande visione era improntata sull’integrazione tra ospedale e territorio, per arrivare vicino alla popolazione”.

Così il professor Gianfranco Sinagra, direttore del Dipartimento Cardiotoracovascolare di Asugi: “Siamo grati al professore ma anche alla famiglia che ha creato intorno a lui i presupposti e la serenità necessaria per compiere il suo grande lavoro. Sarebbe felice di vedere così tante persone perché credeva nella rete formata dai cittadini e dalle associazioni di cardiopatici. Ci ha insegnato il rispetto e l’onestà nel trattare con l’ammalato e la sua famiglia, oltre che con i collaboratori”.

L’assessore comunale alle politiche sociali Carlo Grilli, parlando di Primo Rovis, ha spiegato che “mi ha insegnato la responsabilità sociale, è come se con il suo genio imprenditoriale avesse acquisito risorse che si sentiva in dovere di restituire alla città”. Parlando di Camerini, l’assessore ha sottolineato la sua “capacità di curare anche lo spirito delle persone, dando loro speranze in cui credere. Sono onorato di averlo conosciuto”.

Il Polo Cardiologico conta ogni anno oltre 3mila ricoveri fra Cardiologia e Cardiochirurgia, oltre 3mila indagini invasive e interventi nei settori della cardiologia interventistica, elettrofisiologia e cardiochirurgia e oltre 40mila prestazioni ambulatoriali, con una capacità di attrazione sui non residenti del 30%. La struttura, con i suoi 200 operatori e unareperibilità 24 ore su 24, ricopre il ruolo di hub in Regione.

73478AAD-0DC6-442A-9030-DC0CFD12A52D-2FF33AA1C-6BAC-4CAF-BA39-87CA1597D741-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cattinara: intitolazioni a Primo Rovis e Fulvio Camerini "esempi di giusta riconoscenza"

TriestePrima è in caricamento