Cronaca

Porta a spasso il tuo diabete

Giornata del Diabete a Trieste

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Regione Friuli Venezia Giulia

Occhi sul diabete

Nell'anno 1991, l'International Diabetes Federation e l' Organizzazione Mondiale della Sanità istituirono la Giornata Mondiale del Diabete. Come data fu scelta quella del 14 novembre, data di nascita di Frederik Banting uno dei due scopritori dell'Insulina e Premio Nobel per la Medicina nel 1923. Successivamente, fu deciso di dare un simbolo alla lotta al diabete : un cerchio di colore blu. Il cerchio rappresenta vita, salute e unità mentre il colore blu doveva rappresentare il cielo e l'infinito (bandiera dell'ONU).

Dal 2007, le amministrazioni statali e comunali sono state invitate ad illuminare di blu i monumenti importanti delle città dove verrà celebrata la Giornata Mondiale del Diabete.

Quest'anno la campagna di Diabete Italia per la Giornata Mondiale del Diabete ha come motto " Occhi sul diabete" e non vuole solamente ricordare che l'occhio è uno degli organi bersaglio delle complicanze del diabete ma anche invitare tutti a prestare attenzione al Diabete Mellito.

Di Diabete Mellito ne esistono due tipi: il diabete di tipo 1-insulino dipendente, per anni classificato come il diabete dei giovani e che ha un esordio molto evidente, ed il diabete di tipo 2 egualmente importante e pericoloso anche perchè ha un decorso silenzioso e subdolo. La persona pensa di stare bene e quando scopre di essere diabetica di tipo 2, può presentare già le complicanze proprie del diabete con danni a carico di arterie, nervi, retina, piedi. D'altra parte noi siamo stati informati da pubblicità, stampa e TV a riconoscere i sintomi classici dell'influenza e del raffreddore ed anche dell'infarto e dell'ictus, ma i sintomi del diabete che "sta già facendo danni" quali sono? Forse proprio l'infarto o l'ictus avranno come concausa proprio l'iperglicemia, ma lo sapremo solamente quando sarà già troppo tardi.

In Italia si stima ci sono almeno 3,6 persone ad alto rischio diabete e se la crescita della prevalenza della malattia continuerà ai ritmi attuali, entro 20 anni potrebbero essere 6 milioni (9% della popolazione totale) le persone affette da diabete mellito. A livello internazionale le organizzazioni della salute parlano già di " Epidemia Diabete".

Il Friuli Venezia Giulia i dati epidemiologici (al 31-12-2015) indicano 38.141 donne e 43740 uomini con diabete mellito su 1.221.299 residenti pari a una prevalenza del 6,7 %. Purtroppo questo dato è in aumento rispetto gli anni precedenti.

Ogni 3 persone con diabete ce n'è 1 che ha il diabete senza saperlo e per ogni persona con diabete noto ce n'è una ad alto rischio di svilupparlo. (da Nicolucci, Rossi Italian Health Policy Brief 2014 ed IBDO)

La Campagna "Occhi al Diabete" vuole proprio identificare le persone che ignorano di essere diabetiche, prima che si manifestino danni irreversibili ed ancora, per le persone a rischio, invitarle a praticare almeno 150 minuti di attività fisica moderata alla settimana e adottare adeguati stili di vita atti a ridurre il rischio di comparsa del diabete.

Nel mese di novembre, su varie piazze della regione FVG saranno presenti stand informativi sulla malattia diabetici e sulla sua prevenzione.

La celebrazione regionale della Giornata Mondiale del Diabete ci sarà a Trieste il 20 novembre 2016 e vedrà la partecipazione di tutte le associazioni delle persone con diabete del Friuli Venezia Giulia. Avrà inizio alle ore 14.00 presso la fontana del Castello di Miramare e visto che "IL DIABETE TEME CHI VA IN BICI O FA MOVIMENTO" ci sarà una salutare camminata fino al Molo IV cui farà seguito un incontro, nella sala Agorà, tra persone con diabete, simpatizzanti ed esperi medici, con la possibilità di domande e delucidazioni. Seguirà un momento musicale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porta a spasso il tuo diabete

TriestePrima è in caricamento