rotate-mobile
Cronaca

Crisi alimentare, i porti di Trieste e Venezia terminal del grano ucraino

L'ipotesi è stata avanzata dal ministro degli Esteri Di Maio rispondendo alla Camera ad una interrogazione sulle iniziative per affrontare la questione della sicurezza alimentare

L'Italia sta puntando a creare corridoi marittimi per il trasporto delle materie prime alimentari dai porti ucraini.  In questo contesto, i porti di Trieste e Venezia potrebbero diventare i terminal del grano ucraino bloccato nel Mar Nero. Lo ha detto il ministro degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, Luigi Di Maio, intervenendo al question time. Come riportato dal Tgr Rai Fvg, l'ipotesi è quella di far risalire lungo il Danubio il grano attualmente nei porti del mar Nero e poi dai Balcani o dal centro Europa, via ferrovia o su strada, farlo giungere a Trieste e Venezia per l'imbarco e la spedizione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi alimentare, i porti di Trieste e Venezia terminal del grano ucraino

TriestePrima è in caricamento