menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tragedia sfiorata in via Ghega

Il fatto è stato reso noto dalla Polizia Locale poco fa. Un uomo armato di coltello intimava alla pattuglia di fermarsi e di entrare in un bar per "risolvere" la questione. Denunciato per porto abusivo d'arma

Attimi di paura e tragedia sfiorata alcuni pomeriggi fa in via Ghega quando un uomo visibilmente alterato e con un coltello nella mano si parava all'improvviso davanti a un veicolo della Polizia Locale in transito intimandogli di fermarsi.

Il fatto

L'uomo R.G. le sue iniziali dI 31 anni cittadino italiano invitava gli operatori a scendere dal veicolo e ad entrare in un bar, per risolvere un diverbio, che lui stesso aveva avuto poco prima con un'altra persona, minacciando altrimenti di chiarire a modo suo la faccenda. Gli agenti scesi dal mezzo e, avvisata contestualmente la Sala Operativa di quanto stava succedendo, riuscivano a farlo desistere da intenti ben più gravi facendogli gettare subito l'arma a terra. In poco tempo sul posto arrivava altro personale in ausilio, visto che l'altro protagonista della vicenda, un uomo triestino M.B. le sue iniziali del 1975, nel frattempo era uscito dal locale pubblico facendo così aumentare nuovamente la tensione tra i due.

Qualche bicchiere di troppo

Calmati non senza difficoltà gli animi dei due contendenti gli operatori della Polizia Locale scortavano R. G. presso il Nucleo di Polizia Giudiziaria in via Revoltella per le verifiche dove veniva denunciato all'autorità giudiziaria per porto abusivo d'arma e minaccia aggravata (art. 4 Legge 110/75 e art. 612 Codice Penale): ad entrambi veniva contestata l'ubriachezza manifesta (art. 688 del Codice Penale).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

social

Il Monviso fotografato da 270 chilometri: la foto è subito virale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento