Cronaca Isontino

"Gravi violazioni" durante l'ispezione, nave moldava "bandita" da tutta Europa

La motonave Maraki è stata ispezionata dalla Capitaneria di porto di Monfalcone che ha registrato gravi inadempienze in termini di sicurezza sul lavoro. Terzo fermo negli ultimi 36 mesi. Bandita da tutti i porti europei per i prossimi tre mesi

Immagine d'archivio

Un mercantile battente bandiera moldava è stata bandita per tre mesi da tutti i porti europei dopo un'ispezione effettuata il 7 novembre scorso dalla Capitaneria di porto di Monfalcone e durante la quale sono state registrate "gravi violazioni in materia di sicurezza, delle condizioni di vita e lavoro dei marittimi e della sicurezza dell'ambiente marino". A riportare la notizia è stata la Rai regionale in un servizio di ieri 14 novembre. 

"Gravi violazioni"

La motonave Maraki è stata raggiunta quindi dal fermo amministrativo che non le permetterà l'attracco in alcun porto fino a che l'armatore non adotterà gli "opportuni provvedimenti per rimettere in sicurezza la nave". Le gravi violazioni hanno riguardato anche la sicurezza umana a bordo e hanno riscontrato "deficienze nella gestione della sicurezza in generale della nave da parte della società armatoriale". 

I precedenti

Per la portarinfuse moldava, il fermo non rappresenta una novità. Negli ultimi sei mesi infatti la Maraki è stata "fermata e detenuta altre due volte", così il servizio pubblico in relazione alle precedenti ispezioni avvenute in altri stati europei. E' stata proprio la recidività infine a far scattare il bando internazionale che ha quindi coinvolto l'equipaggio composto da 23 persone (comandante ucraino e marittimi di nazionalità siriana, indiana e turca). 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Gravi violazioni" durante l'ispezione, nave moldava "bandita" da tutta Europa

TriestePrima è in caricamento