Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca

Porto di Trieste sempre più mitteleuropeo, nuovi collegamenti ferroviari per Ungheria e Slovacchia

Il servizio nasce da un progetto di MSC (Mediterranean shipping company), sviluppato con Metrans, uno degli operatori ferroviari di riferimento proprio per l'Est europeo

Si amplia il ventaglio delle destinazioni  ferroviarie che collegano il Porto di Trieste all’Est Europa. Dopo il recente aumento dei convogli diretti a Budapest, in Ungheria, diventati cinque alla settimana, lo scalo avrà il primo ed al momento unico collegamento con la Slovacchia: martedì 6 settembre partirà un nuovo treno verso il terminal di Dunajská Streda, situato a sud di Bratislava.

Il servizio nasce da un progetto di MSC (Mediterranean shipping company), sviluppato con Metrans, uno degli operatori ferroviari di riferimento proprio per l'Est europeo. 

In meno di 24 ore il treno, che all'inizio avrà cadenza settimanale, raggiungerà l'hub di Dunajská Streda, dal quale si sviluppa il network ferroviario di Metrans, e da cui è possibile raggiungere anche la Repubblica Ceca.

Il nuovo collegamento è particolarmente importante perché va a rafforzare i servizi ferroviari con il mercato di riferimento per il traffico container gestito da Trieste Marine Terminal al Molo VII e rappresentato dall'Europa Centrale e Orientale. L'obiettivo del progetto, infatti, resta quello di aumentare la frequenza dei treni nell'ottica di uno sviluppo costante del mercato internazionale e dei relativi traffici.

Osserva il commissario D’Agostino: «Questo nuovo servizio dimostra come Trieste stia rinascendo proprio grazie agli investimenti nel settore ferroviario. Nessun altro scalo italiano ha tale vocazione internazionale e può proporsi con eguale forza verso l’estero».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto di Trieste sempre più mitteleuropeo, nuovi collegamenti ferroviari per Ungheria e Slovacchia

TriestePrima è in caricamento