menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Pranzo dei centenari": la più anziana di Trieste ha 109 anni

Invitate all'hotel evento al Savoia tutte le persone che hanno compiuto o superato i 100 anni di età: una trentina di grandi anziani, fra centenari e ultracentenari, tra cui la signora più anziana di Trieste, che ha 109 anni e due signori di 103 anni. Confronto istituzionale e scientifico sul tema dell'invecchiamento attivo

Anche quest'anno, il Comune di Trieste e l'A.A.S. n. 1 "Triestina" hanno unito le forze per organizzando un importante evento benefico, dedicato ai “grandi anziani” del nostro territorio, con invitate tutte le persone che hanno compiuto o superato i 100 anni di età, per festoso riconoscimento al superamento di un traguardo davvero ragguardevole.

Alla originale formula del “pranzo dei centenari”, già attuata in precedenti edizioni, è stato affiancato quest'anno anche un momento di confronto istituzionale e scientifico sul tema dell'invecchiamento attivo, che si è svolto ieri mattina (mercoledì 4 novembre) alla sala Zodiaco dell'hotel Savoia, con la partecipazione di alcune istituzioni locali e le più importanti realtà scientifiche e accademiche che operano nella nostra città - Università, SISSA, ICGEB - e l'IRCCS Istituto di Ricerche Farmacologiche “Mario Negri” di Milano con l'autorevole presenza del prof. Silvio Garattini.

Da mezzogiorno, lo storico hotel si è quindi popolato di ospiti d'eccezione: una trentina di grandi anziani, fra centenari e ultracentenari, tra cui la signora più anziana di Trieste, che ha 109 anni e due signori di 103 anni. Tutti in splendida forma. Una signora ha persino letto un brano da un libro in dialetto scritto da lei stessa all'età di 85 anni, e un signore molto arzillo, a dispetto delle veneranda età, ha recitato a memoria una sua poesia per esprimere tutto il suo amore per Trieste. Incredibile un'altra signora di 103 anni che è venuta alla festa da sola, a piedi, e altrettanto ha fatto al ritorno.

Il “pranzo dei centenari” è stato salutato con soddisfazione dall'assessore alle Politiche sociali Laura Famulari, che ha portato il saluto del sindaco Cosolini e della città, intrattenendosi con gli ospiti. Molto apprezzare anche le festose note delle più celebri arie d'operetta e del repertorio storico leggero, locale e non, eseguite da una formazione per piccola lirica a cura dell'Associazione Internazionale dell'Operetta del FVG, con protagonisti la delicata soprano Gisella Sanvitale e il vulcanico tenore Andrea Binetti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento