Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Rincorse il borseggiatore dell'anziano sul bus, premiata l'autista

La conduttrice dell'autobus della Trieste Trasporti lo scorso 6 settembre aveva sventato il borseggio del portafoglio a un anziano rincorrendo il ladro, oggi il riconoscimento del Comune

«Il Suo è stato un significativo gesto di altruismo, di grande senso civico e una scelta spontanea e coraggiosa di intervenire, senza neppure mettere in conto gli eventuali rischi personali, a tutela dei diritti di una persona anziana, aggredita proprio in quanto più debole». Con queste parole il Vicesindaco e Assessore alla Sicurezza Pierpaolo Roberti ha accolto oggi nel Salotto Azzurro del Municipio l'autista della Trieste Trasporti che, con grande prontezza e determinazione, è riuscita, la scorsa settimana, a far sì che il furto di un portafoglio, avvenuto su un bus che percorreva la via Baiamonti, venisse alla fine sventato senza danni per il derubato.

Nei fatti, la conduttrice del mezzo pubblico, al determinarsi dell'episodio – il ladro stava scendendo precipitosamente dal bus a una fermata dopo aver spintonato il derubato e alcuni passeggeri – ha bloccato il mezzo e, senza dubbio alcuno, si è immediatamente posta all'inseguimento del malfattore, intimandogli di restituire il maltolto e di declinare le proprie generalità. Malfattore il quale, probabilmente sorpreso dalla determinazione della autista, non ha trovato di meglio da fare che abbandonare il portafoglio rubato e darsi alla fuga.

Da rilevare che il ladro aveva scelto con cura l'”obiettivo”, individuando allo scopo un anziano per di più costretto a servirsi del deambulatore per i suoi movimenti: un furto quindi che avrebbe dovuto essere facile, ma che la pronta reazione della conduttrice del bus ha invece fatto fallire!

Successivamente, in questi giorni, il figlio del derubato ha voluto informare di questo gesto il Comune e si è concretizzata così l'iniziativa di voler esprimere un pubblico riconoscimento alla dipendente della Trieste Trasporti, «anche quale esempio per tutti i cittadini – ha detto Roberti - a essere comunque pronti e disponibili a intervenire, per quanto nelle proprie possibilità ma senza girare la testa dall'altra parte, di fronte a palesi ingiustizie, specialmente se rivolte contro i soggetti più deboli».

L'autista, dal canto suo, pur senza voler sminuire il suo gesto non l'ha nemmeno voluto enfatizzare (tra l'altro, scegliendo anche di mantenere l'anonimato, n.d.r.): « Non sono una Giovanna d'Arco né una eroica paladina – ha detto -. Non penso di aver fatto una cosa troppo eclatante, ma ho sentito in quel momento, quasi d'istinto, di dover assolutamente compiere questa azione, questo tentativo di difesa di un anziano ingiustamente privato delle sue cose. Un gesto, forse anche di valore civico, che fortunatamente è andato bene e che spero possa essere stato per tutti i presenti anche un segno di positività e di speranza nelle nostre possibilità di superare quanto vi è di negativo!»

L'incontro si è quindi concluso con la consegna alla conducente da parte del Vicesindaco «a nome di tutta la Città» di una pergamena del Comune riportante la seguente motivazione “con riconoscenza per il coraggio dimostrato nell'inseguimento del ladro che aveva sottratto il portafoglio a un passeggero dell'autobus che lei stessa guidava, concludendo favorevolmente l'azione col recupero della refurtiva”.

Calorosa stretta di mano finale, con la visibile soddisfazione dei familiari presenti (il marito e la figlia della “premiata”).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rincorse il borseggiatore dell'anziano sul bus, premiata l'autista

TriestePrima è in caricamento