menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Premio Ande Scuola”: premiati gli studenti vincitori

La cerimonia si è tenuta nella sala del Consiglio comunale di Trieste, presenti l'assessore Brandi e il presidente Gabrielli

Sono stati ricevuti e premiati oggi in Comune i giovani vincitori del “Premio Ande Scuola”:  il primo premio è andato a Eleonora Berti, III A Liceo classico Carducci-Dante; il secondo premio a Giovanni Cattaruzza, VC liceo scientifico Oberdan, e il terzo premio a Beatrice D'Annunzio, III A liceo classico Petrarca. Il premio speciale “Alvise Barison” è stato conferito a Giovanni de Denaro, V A liceo scientifico Oberdan.

La cerimonia si è tenuta  oggi pomeriggio (mercoledì 15 febbraio) nella sala del Consiglio comunale di Trieste, in presenza del presidente del Consiglio comunale Marco Gabrielli e l'assessore all'Educazione Angela Brandi, che hanno evidenziato la validità dell'iniziativa e il proficuo lavoro e l'attenzione dell'Ande a favore dei giovani. «Questo premio, a cui auguro lunga vita -ha detto l'assessore Angela Brandi- ci dimostra che ci sono studenti meritevoli, capaci di scrivere cose meravigliose sulla nostra città».

Giunto alla sua settima edizione, al concorso letterario promosso dall'Associazione Ande Trieste hanno partecipato 110 studenti degli ultimi due anni degli Istituti scolastici superiori della nostra città, che si sono cimentati su un saggio breve dal titolo “Trieste e il Porto”. Gli elaborati sono stati valutati da una giuria qualificata composta dalla professoressa Cristina Benussi, pro rettore e docente di Letteratura Italiana contemporanea dell’Università degli Studi di Trieste, dal direttore de “Il Piccolo” Enzo D’Antona e dalla presidente dell’Associazione Ande Trieste Etta Carignani.

Al primo classificato è andato un premio di 500 euro, con uno stage di un mese di formazione offerto da Wartsila Italia di Trieste; al secondo 300 e al terzo 200 euro; infine anche un premio speciale di 300 euro, voluto da Silvia Bogatez in memoria di Alvise Barison, la cui figura e opera è stata ricordata in aula da Paolo de Gavardo. Oltre ai primi classificati, nel corso della cerimonia, sono stati consegnati riconoscimenti e attestati a dirigenti scolastici e agli studenti finalisti. La presidente Etta Carignani ha anche attribuito un riconoscimento speciale al prof. Giacomo Borruso, sottolineando il valore di «un amico prezioso, sempre vicino all'Ande».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cosa non regalare mai per la Festa della mamma e perché

social

"Buon viaggio 'doc'": l'ultimo saluto di Manuel al medico che gli salvò la vita

social

Festa della mamma: consigli e idee regalo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento