menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giorno della memoria: celebrazioni e iniziative per non dimenticare (PROGRAMMA)

Tra gli appuntamenti, venerdì 27 gennaio alle 11:00 avrà luogo la cerimonia ufficiale con l'intervento del sindaco Dipiazza alla Risiera di San Sabba

Il “Giorno della Memoria” (ricorrenza istituita dal Parlamento italiano, con legge 211 del 20 luglio 2000, per ricordare l’abbattimento dei cancelli di Auschwitz e lo sterminio e le persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti) sarà ricordato a Trieste con un ricco e articolato programma di celebrazioni, appuntamenti e iniziative culturali promossi dal Comune di Trieste insieme ad altre istituzioni, associazioni e realtà attive sul territorio.

Il programma è stato presentato ufficialmente oggi (mercoledì 25 gennaio) nel corso di una conferenza stampa, svoltasi nel salotto azzurro del palazzo municipale, alla quale sono intervenuti tra gli altri l'assessore alla Cultura Giorgio Rossi, il curatore Maurizio Lorber, il presidente della sezione triestina dell'Associazione Giovanni Palatucci Sergio Schirinzi e rappresentanti delle diverse realtà che hanno aderito alle manifestazioni. «È un dovere morale riflettere su questa tragedia dell'umanità -ha detto l'assessore Giorgio Rossi- e, ponendo una particolare attenzione alle nuove generazioni, bisogna per fare in modo che quanto accaduto non cada nel dimenticatoio della storia, ma apra i nostri cuori e le nostre menti al prossimo».

Venerdì 27 gennaio, alle ore 9.00, a cura della Questura di Trieste e dell’Associazione “Giovanni Palatucci Onlus”, presente il vicesindaco Pierpaolo Roberti, ci sarà la deposizione di una corona d’alloro ai piedi della lapide che nelle carceri del Coroneo ricorda Giovanni Palatucci. A seguire, alle 9.30, a cura dell’Associazione nazionale ex deportati di Trieste, dal Coroneo partirà una marcia silenziosa che raggiungerà la Stazione Centrale. Qui, alle ore 10.00 , sul lato di via Flavio Gioia, sarà deposta una corona sulla lapide che ricorda la partenza dei convogli dei deportati verso i campi nazisti dal settembre 1943 al febbraio 1945.

Alle ore 11.00, alla Risiera di San Sabba, monumento nazionale, unico campo di sterminio nazista con forno crematorio in Italia, si terrà la solenne cerimonia del “Giorno della Memoria 2017”con la deposizione di corone d'alloro da parte di Regione FVG, Prefettura e Comune di Trieste e delle Associazioni e dei gruppi che partecipano alla commemorazione. Seguiranno i discorsi ufficiali del sindaco di Trieste Roberto Dipiazza e del primo cittadino di San Dorligo Sandi Klun. A cura della Prefettura di Trieste saranno quindi consegnate le medaglie d’onore conferite dal Presidente della Repubblica ai cittadini italiani deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto.

Saranno insigniti il figlio di Lodovico Coretti Komar (nato a San Dorligo della Valle/ Dolina il 16 dicembre 1908) internato nei campi di Auschwitz e Mauthausen dal 1° luglio 1944 al 31 marzo 1945 e il nipote di Edoardo Goruppi (nato a Skopo il 12 ottobre 1895) e internato nei campi di Dachau e Leonberg dal 25 novembre 1944 al 20 febbraio 1945. La cerimonia lascerà quindi spazio ai riti religiosi, cattolico, ebraico, greco-ortodosso, serbo-ortodosso e protestanti.

Sempre venerdì 27 gennaio, dalle 17.30 alle 19.30. nella sede dell'Università della terza età “Danilo Dobrilla” in via Corti 1/1 si terranno le testimonianze dei deportati Riccardo Goruppi, presidente onorario dell'Aned e Osvaldo Francesconi. L'appuntamento sarà presentato da Franco Cecotti.

Ancora venerdì 27 gennaio, alle 17.30, all'auditoriun della ex Pescheria- Salone degli incanti conferenza a cura di Mauirizio Lorber su “Odiare per immagini. Propaganda, pittura e fotografia: il manuale per costruire il nemico”. Giovedì 26 gennaio, si terrà invece la fiaccolata per la memoria, la pace e la convivenza. Alle ore 17.30, dal piazzale antistante lo stadio Grezar, partirà il corteo che attraverserà le vie Valmaura e Ratto della Pileria per arrivare all'interno della Risiera di san Sabba, dove il “Coro Partigiano Triestino Pinko Toma?i?” terrà un breve concerto.

Tra le altre proposte didattiche in programma si segnalano gli appuntamenti con “Cinema e Shoah” a cura del Centro Multiculturale italosloveno di via Valdirivo 30 con ingressso libero (informazioni e prenotazioni 328 9074018). Iniziati il 23 gennaio con “Shoah” (terza parte) regia di Claude Lanzmann, la programmazione che prevede due proiezioni (ore 9.00 per le scuole e alle 20.30 per tutti) e proseguirà venerdì 27 gennaio con “Adam Resurrected” regia di Paul Schrader, sabato 28 gennaio con “Music Box” regia di Constantin Costa-Gravas e lunedì 30 gennaio con “Storia di una ladra di libri” regia di Brian Percival.

Da ricordare ancora che sempre lunedì 30 gennaio alle 17.00, alla biblioteca comunale Quarantotti Gambini di via delle Lodole 7/a (San Giacomo), si terrà l'incontro “Un mondo di storie. Speciale Giorno della Memoria dedicato a bambini (dagli 8 anni), ragazzi e adulti interessati. Un'occasione per riflettere insieme sulla tragedia della Shoah trovando nei libri le parole per dirlo anche ai più piccoli: questo l'obiettivo dell'incontro, durante il quale Mauro Tabor, Assessore alla Cultura della Comunità Ebraica di Trieste e le volontarie di Linea Azzurra condivideranno con bambini, ragazzi e adulti la lettura di testi sul tema adatti al pubblico più giovane.

Infine dal 25 al 28 gennaio alla sala Bartoli, il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia propone “La memoria e la scelta”: progetto pilota a cura di Paola Pini e in collaborazione per la parte cinematografica con Daniele Terzoli e Gianluca Guerra. Quattro serate di letture, musica e video per celebrare il Giorno della Memoria con protagonisti alcuni studenti dei licei Carducci/Dante, Galilei, Oberdan, Petrarca. Per mostrare come davanti all’abisso ci sia sempre la possibilità di scegliere e difendere la dignità umana. Le serate inizieranno alle 21. I biglietti al prezzo di 3 euro, sono in vendita nei consueti punti vendita del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito del Teatro www.ilrossetti.it oppure chiamare il tel. 040-3593511.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Risi e bisi: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento