menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Presi due Ricercati in Procinto di Fuggire dal nostro Paese

Nella serata del 1° febbraio 2013, a Monrupino località Fernetti, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Aurisina, nell’esecuzione di un mirato servizio di retrovalico in prossimità del confine italo-sloveno, finalizzato alla...

Nella serata del 1° febbraio 2013, a Monrupino località Fernetti, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Aurisina, nell'esecuzione di un mirato servizio di retrovalico in prossimità del confine italo-sloveno, finalizzato alla ricerca di catturandi, procedevano al controllo di un autovettura Rover 416 con targa spagnola, con a bordo tre cittadini romeni.

Nel corso degli accertamenti, emergeva che a carico di S. M., classe 1977, era pendente un' ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP presso il Tribunale Ordinario di Pesaro, per il reato di "furto aggravato in concorso", commesso a Fano (PU), in data 20 mar 2012.

Il predetto era in procinto di lasciare il territorio nazionale per fuggire in Romania. Dopo le formalità di rito l'arrestato è stato associato alla Casa Circondariale di Trieste.

Un altro occupante dell'autovettura che, all'atto del controllo aveva dichiarato ai militari false generalità, è stato poi identificato in G. A., classe 1982, a carico del quale risultava pendente un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa il 22 novembre 2012 dal Tribunale di Catania, sezione distaccata di Belpasso poiché, benché sottoposto alla misura coercitiva dell'obbligo di presentazione alla P.G., per i reati di ricettazione e riciclaggio, non ottemperava agli obblighi impostigli. Conseguentemente, nei confronti del suddetto veniva eseguita la misura cautelare in carcere e, contestualmente, l'arrestato veniva deferito per falsa attestazione o dichiarazione a un Pubblico Ufficiale sulla propria identità.

Il terzo occupante del mezzo, invece, C. A. classe 1993, era destinatario di un provvedimento di "divieto di ingresso e di soggiorno sul territorio nazionale per motivi di ordine e sicurezza pubblica", pertanto veniva deferito alla locale A.G. in stato di libertà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Risi e bisi: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento