Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Presidente Serracchiani: «Riforme inarrestabili oltre ogni campanilismo»

La Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, è lapidaria contro i localismi e i campanilismi che potrebbero rallentare le riforme. Duro monito della Presidente che riporta il dibattito sul tema d'unione tra le diversità per un obiettivo comune, quello delle riforme per una regione molto eterogenea

Necessaria, però, l'unità della Regione

«Localismi e campanilismi non possono frenare lo sviluppo della Regione». Lo afferma ad Askanews Debora Serracchiani, presidente del Friuli Venezia Giulia, soffermandosi sul vivace dibattito in corso sulla riforma degli enti locali.

«Tutte le riforme che abbiamo messo in campo sono permeate da una visione comune: avremo un futuro come Regione se, facendo tesoro di tutte le nostre peculiarità, le sapremo unire sempre più in un disegno unitario di sviluppo che non può farsi frenare da localismi e campanilismi di qualunque tipo»

Aggiungendo poi:

«Un punto dev'essere molto chiaro, anche a chi pensa di giocare su logore contrapposizioni di cortile: non c'è futuro senza l'unità della Regione. E con questo non mi riferisco alla
condivisione di un confine amministrativo, intendo la solidarietà forte e convinta di una comunità che magari parla lingue diverse, ma che dal golfo di Trieste a Udine e ai monti del Friuli, da Gorizia a Pordenone, condivide un obiettivo di civiltà e di crescita».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presidente Serracchiani: «Riforme inarrestabili oltre ogni campanilismo»

TriestePrima è in caricamento