Cronaca

"Con le scuole chiuse non c'è futuro", continua la protesta per la didattica in presenza

Presenti in piazza Unità genitori, insegnanti e studenti: "andare a scuola è un diritto"

Foto Aiello

Anche nella mattinata di oggi, 23 gennaio, genitori, insegnanti e studenti sono scesi in piazza per chiedere la riapertura delle scuole superiori del Friuli Venezia Giulia. Il presidio è stato organizzato dal movimento nazionale "Priorità alla scuola", a pochi giorni dal respingimento, da parte del Tar, del secondo ricorso presentato da alcuni genitori contro l'ordinanza di Fedriga che ha imposto la didattica a distanza fino al 31 gennaio. Nel corso della manifestazione, un'insegnante di storia ha anche voluto tenere una lezione all'aperto sulle leggi razziali.

Foto Giovanni Aiello

WhatsApp Image 2021-01-23 at 18.15.51-2

WhatsApp Image 2021-01-23 at 18.15.36-2

index-2-12

index2-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Con le scuole chiuse non c'è futuro", continua la protesta per la didattica in presenza

TriestePrima è in caricamento