Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Pride, Parisi (Jotassassina) a Fedriga: «Un padre dovrebbe tutelare la libertà di scelta»

L'attivista Lgbt risponde al presidente della Regione: «Pride Fvg non ha bisogno del patrocinio e non si riduce alla sola sfilata»

Foto: Claudia Bouvier

«Niente soldi pubblici al Gay Pride, solo al Family Day. Difenderemo i bambini e il loro diritto a una madre e un padre, non l'egoismo degli adulti». Così Massimiliano Fedriga la scorsa domenica al raduno del Carroccio a Pontida. Parole sulle quali interviene l'associazione di attivisti Lgbt Jotassassina, nella persona del direttore artistico Antonio Parisi: «Il Pride è una manifestazione quasi del tutto autofinanziata e il patrocinio, più che a livello economico, è importante sul piano simbolico. E su questo piano negare il patrocinio è una dichiarata discriminazione verso una minoranza». 

"Non solo una sfilata"
«Forse non tutti sanno - continua - che il Pride non si riduce alla sola sfilata, quella è solo l’evento che chiude i lavori. A Udine abbiamo organizzato incontri e tavole rotonde per sensibilizzare soprattutto chi la pensa diversamente da noi. Non siamo una setta e non perseguiamo la strada dell’egoismo (come è stato detto), siamo disposti a stare attorno a un tavolo con chiunque, a spiegare le nostre ragioni».

"Un padre dovrebbe capire"
Secondo Parisi «Massimiliano Fedriga, oltre a essere presidente è anche padre di famiglia. Proprio perché ha due figli splendidi dovrebbe capire l’importanza della libertà individuale. I figli devono poter scegliere in serenità chi amare e con chi costruire un progetto di vita, e questo deve comprendere anche la possibilità di essere padri o madri a loro volta. Negare questa prospettiva è una crudeltà. Il Massimiliano che conosco io non abbraccia ideologie che non gli appartengono e che calpestano le minoranze. È il presidente della regione più giovane - conclude -, e conoscendolo so che non vorrebbe essere ricordato come il presidente più medievale».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pride, Parisi (Jotassassina) a Fedriga: «Un padre dovrebbe tutelare la libertà di scelta»

TriestePrima è in caricamento