Cronaca

"Primo soccorso a scuola": 350 studenti nel progetto sperimentale del Ministero dell'istruzione

Trieste scelta insieme a 13 province italiane per un programma volto a diffondere e conoscenze di base per salvare una vita, dalla prima infanzia alle scuole superiori

Manovre salvavita insegnate fin dalla infanzia, dal massaggio cardiaco all'uso del defibrillatore. Un programma che coinvolgerà 350 ragazzi di tutte le scuole della provincia di Trieste, scelta dal ministero dell'istruzione per il progetto formativo "Primo soccorso a scuola", come riporta il Tgr Fvg. Il corso si svolgerà da febbraio ad aprile in una fase sperimentale in 13 province di tutta Italia.

Secondo il direttore dell'ufficio scolastico regionale Igor Giacomini è anche un investimento per il futuro: «Questo progetto inciderà profondamente nel medio e lungo periodo sulle competenze di cittadinanza - spiega Giacomini -. Oltre alle tecniche saranno insegnate anche le cautele di base come lasciare libera la strada all'ambulanza. Solo con progetti come questo si riuscirà a sradicare quell'insensibilità generale che oggi pervade la società».

Come spiega Vittorio Antonaglia del 118, il progetto consisterà anche in un momento ludico per i più piccoli, volto a insegnare come vivere in sicurezza e come riconoscere una persona che sta male, chi chiamare e cosa dire ai soccorritori. Gli 11-12 anni sono considerati età adeguata per un addestramento che fornisce competenze rianimatorie di base come massaggio cardiaco, uso del defibrillatore, disostruzione delle vie aeree e manovre di soccorso del trauma. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Primo soccorso a scuola": 350 studenti nel progetto sperimentale del Ministero dell'istruzione

TriestePrima è in caricamento