Cronaca

"PrimoInInglese", il primo centro estivo "sospeso" di Trieste per le famiglie in difficoltà

Torna PrimoInInglese, il primo centro estivo sospeso di Trieste. Ogni 10 pacchetti settimanali acquistati, ne verrà metto a disposizione uno completamente gratuito per i figli degli utenti che accedono ai servizi del DSM (Dipartimento Salute Mentale)

Luogo di reclusione del dolore e negazione dei diritti. Questo, si sa, era l'ospedale psichiatrico provinciale di Trieste prima dell'arrivo di Franco Basaglia. Poi il cambiamento e la riconversione di uno straordinario patrimonio immobiliare, paesaggistico e naturalistico.

San Giovanni è da tempo Parco Culturale di fama mondiale. Famoso per quel cambiamento storico senza precedenti, famoso per gli scenari di sviluppo locale che intrecciano virtuosamente le politiche pubbliche di salute con la capacità progettuale delle imprese sociali nate nel contesto di quel cambiamento. Il roseto più grande d'Europa, beni architettonici di pregio, musei, un teatro, un bar-ristorante, una radio, festival estivi, mostre mercato e tante altre offerte che lo hanno restituito alla città come luogo di produzione culturale e motore di ritrovata socialità elevandolo come il più grande polmone urbano della città Trieste.

In questo scenario nasce Primoininglese, il centro estivo più matto del mondo, giunto alla sua terza edizione  e promosso dalle cooperative sociali Reset e La Collina in collaborazione con la Cooperativa Sociale Agricola Monte San Pantaleone, Il Posto delle Fragole, ASD Samarcanda, Forma Mentis ed il supporto di Radio Fragola. Dedicato a bambini e ragazzi dai 5 ai 12 anni, dal 15 giugno un sacco di laboratori didattici tematici, fantastici giochi pieni zeppi di creatività ed avvincenti sfide sportive all’ultimo minuto per imparare l’inglese divertendosi all’aria aperta! Ogni settimana un tema diverso per esplorare la realtà che li circonda, ampliando le loro competenze critiche e capacità relazionali, sperimentando strumenti contemporanei ed innovativi in grado di stimolare il confronto e la condivisione! Ogni percorso didattico si concluderà con un evento finale (di venerdì pomeriggio) aperto a genitori, amici e parenti durante il quale i partecipanti avranno il piacere di dimostrare concretamente quanto imparato: dalla “prima visione” del cartone animato da loro stessi ideato e realizzato ad una degustazione di piatti creativi e delizie culinarie, dall’online di un format radiofonico scritto a più mani alla messa in scena di uno spettacolo teatrale sperimentale passando per l’esposizione di visionari oggetti artigianali fino ad arrivare a modellini di città o installazioni di garden design!

Ma soprattutto, per l'estate in arrivo, Primoininglese ha voluto raccogliere una nuova sfida, fortemente condivisa con il Dipartimento di Salute Mentale dell'AAS 1 triestina, quella di recuperare, in tempo di crisi, quella vecchia solidale abitudine di pagare al bar una tazzina di caffè in più a beneficio di un consumatore sconosci to che non se la passa troppo bene!!!
Nel nostro caso, la sinergia delle risorse economiche messe in campo dalle cooperative unitamente alle adesioni delle famiglie genererà pacchetti settimanali gratuiti a favore di altri bambini.

Il meccanismo, che non prevede alcun esborso maggiore per le famiglie aderenti, è la dimostrazione concreta di come processi sinergici possano generare esternalità positive plurilivello e virtuose, conseguite grazie alla rinuncia del margine economico da parte delle cooperative ed alla contemporanea iscrizione di un numero sufficientemente elevato di partecipanti. Pertanto, ogni 10 pacchetti settimanali acquistati, Primoininglese ne metterà a disposizione uno completamente gratuito per i figli degli utenti che accedono ai servizi del DSM. Un piccolo nuovo strumento di promozione della salute e della coesione sociale. Un’ottima opportunità per dimostrare quanto il gioco, il divertimento, l’apprendimento e l’integrazione siano motori del cambiamento e sovvertitori di processi di stigmatizzazione
Ben arrivato "Parco dei Bambini"!!!!

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"PrimoInInglese", il primo centro estivo "sospeso" di Trieste per le famiglie in difficoltà

TriestePrima è in caricamento