menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Serracchiani ad Alfano sulla "rotta balcanica": «Incrementare la Polizia ai confini»

La presidente della Regione ha incontrato ieri a Roma il ministro dell'Interno Angelino Alfano: «Abbiamo chiesto al Governo che i riflettori siano sempre accesi sul Friuli Venezia Giulia perché anche se ora non siamo in stato di allarme vogliamo comunque essere pronti, con la certezza che lo Stato è al nostro fianco»

La presidente della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani ha incontrato ieri a Roma il ministro dell'Interno Angelino Alfano. Durante l'incontro, che è stato inteso principalmente a fare il punto sugli sviluppi della situazione dei flussi dei profughi provenienti dalla rotta balcanica, la presidente ha indicato al ministro le segnalazioni ricevute su un aumento di ingressi dal confine a Nord, verificatosi negli ultimi giorni.

Serracchiani ha chiesto ad Alfano che siano tenuti rigorosamente sotto controllo i numeri dei transiti e che si mantenga un adeguato livello di attenzione verso questa evoluzione del fenomeno migratorio, che è di ritorno dall'Austria. In particolare è stato richiesto al ministro che sia incrementato il personale della Polizia di Stato nei territori della regione, in specie quelli confinari, potenzialmente coinvolti da questi flussi.

«Abbiamo chiesto al Governo che i riflettori siano sempre accesi sul Friuli Venezia Giulia - ha riferito Serracchiani - perché anche se ora non siamo in stato di allarme vogliamo comunque essere pronti, con la certezza che lo Stato è al nostro fianco». Il ministro ha assicurato di essere «concentrato su questo tema, nella comprensione totale che la situazione è da monitorare prioritariamente», e ha informato la presidente della Regione che a giorni sarà convocata una riunione, dedicata proprio a questa rotta balcanica, con i vertici dei competenti Dipartimenti del Viminale.

Sul fronte delle coperture finanziarie, Serracchiani ha segnalato che le risorse destinate al sostentamento dei profughi devono rimanere adeguate, evidenziando in particolare il caso dei minori non accompagnati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Torta rustica di polenta e verdure: la ricetta

Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento