Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca Via Giosuè Carducci

Occupano il posto riservato ai disabili sul bus e lo costringono ad aspettare quello successivo

Una segnalazione di un utente Facebook triestino nel gruppo Nimdvm accende i riflettori su diversi episodi di maleducazione da parte di profughi (così affermano gli utenti) sulle linee 6 e 10

foto di repertorio

Una bruttissima scena: ore 18:10 via Carducci fermata linea 6 verso S.Giovanni, l'autista aziona la passerella per consentire l'accesso ad un giovane ragazzo molto diversamente abile in carrozzina, lo aiutiamo a salire, ma non c'è spazio. Quello riservato è occupato da giovani profughi che non si spostano. L'autista, che nel frattempo è sceso dal bus, non riesce a farli spostare, anzi questi urlavano "not understand" e frasi incomprensibili. Intervengo, ma mi ridono in faccia. Con l'autista decidiamo di lasciar perdere ed aiutiamo il povero ragazzo a scendere ed attendere un altro bus. Povera Italia e povera Trieste.
Ora dico e penso, ma questi di Caritas ed Ics, oltre ad assisterli in tutto, perché non insegnano loro un po' di educazione e rispetto???

Questa la segnalazione di un utente Facebook triestino nel gruppo Nimdvm, ieri, giovedì 27 ottobre; un post che evidenzia una maleducazione purtroppo più volte segnalata dagli utenti della Trieste Trasporti, ma difficilmente riscontrabile negli atti ufficiali perchè raramente viene richiesto l'intervento delle forze dell'ordine: «L'autista ha detto che non serve a nulla chiamare le forze dell'ordine se non solo a bloccare la linea per molto tempo», ci riferisce poi il segnalatore. 

Anche in questo caso infatti non sono state chiamati né il 112 né il 113; abbiamo voluto approfondire la questione ed altri utenti e passeggeri abituali della linee ci hanno nuovamente confermato questi atteggiamenti irrispettosi sulle linee 6 e 10, «non solo ai danni di anziani e disabili, ma anche mamme con bambini piccoli o passeggini». In questo caso va specificato che però non siamo in grado di confermare lo status dei protagonisti della maleducazione in questione. 

Doveroso comunque ricordare che episodi come questo, o di molestie peggiori, non arrivano solo da profughi, ma anche da alcuni giovani italiani maleducati oppure, soprattutto per quanto riguarda la linea 6, persone in cura presso l'ex Opp. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Occupano il posto riservato ai disabili sul bus e lo costringono ad aspettare quello successivo

TriestePrima è in caricamento