menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Progetto Immergenza, giochi per i bambini nei parchi cittadini a nuovo

Presentazione del "Progetto Immergenza", ovvero del "Tour" di riverniciatura e abbellimento dei giochi per i bambini attraverso alcuni giardini pubblici che l'Associazione Onlus "Oltre quella Sedia" sta conducendo come intervento di pubblica utilità per recuperare i danni prodotti dagli imbrattator

Si è tenuta in piazza Hortis la conferenza stampa di presentazione di una nuova “tappa” del “Progetto Immergenza”, ovvero del “tour” di riverniciatura e abbellimento dei giochi per i bambini attraverso alcuni giardini pubblici di Trieste che l'Associazione di promozione sociale Onlus “Oltre quella Sedia” sta conducendo come intervento di pubblica utilità per recuperare i danni prodotti dagli imbrattatori e ulteriore occasione di impegno attivo per i propri giovani aderenti con disabilità intellettiva. E nel contempo per celebrare anche con questa bella iniziativa il recente decennale dell'Associazione con azioni analoghe già avviate alla fine dello scorso anno quando furono ripristinati i giochi del Giardino Pubblico “de' Tommasini” di via Giulia.

Ulteriori prossimi interventi – è stato annunciato - interesseranno piazza Hortis, Passeggio S.Andrea, villa Hengelmann, giardino pubblico Wanda Marion Wultz di via Catullo e il giardino Leonor Fini di via Boccaccio.

A illustrare questa nuova significativa operazione sono intervenuti il Sindaco Roberto Cosolini, l'Assessore ai Lavori Pubblici, Demanio, Patrimonio e Spazi Verdi Pubblici Andrea Dapretto, Riccardo Finelli per AcegasApsAmga-Gruppo Hera e Marco Tortul di “Oltre quella Sedia”.

“Un sentito ringraziamento va agli amici di Oltre quella sedia con cui abbiamo già condiviso una bella esperienza e ai ragazzi che si sono impegnati con grande dedizione ed entusiasmo – ha sottolineato il Sindaco Cosolini -. Un grazie anche per “il valore che date al bene pubblico e che è tanto più prezioso nella misura in cui si dà alla comunità un significativo esempio di impegno e di cittadinanza attiva”.

“Riprendiamo gli interventi svolti dai ragazzi che si sono dati molto da fare per portare a termine un ottimo risultato nel giardino pubblico de Tommasini. Adesso proseguiranno con il secondo step di impegno civico in altri giardini e piazze cittadine, testimoniando l'importanza di un'operazione che ha visto la collaborazione, oltre che dei Lavori Pubblici, anche dell'Area dei Servizi Sociali e dell'AcegasApsAmga, accanto all'associazione Oltre quella sedia”.

Tutti i ragazzi hanno ricevuto riscontri positivi da questa esperienza che li ha portati a contatto con varie realtà, nelle scuole soprattutto – ha affermato Marco Tortul - dove hanno avuto modo di venire apprezzati per il lavoro che stavano svolgendo con energia e passione a favore della comunità. Il nostro prossimo abiettivo è quello di coinvolgere in questo progetto sempre più soggetti, associazioni di solidarietà, come quella degli immigrati (ICS), collaborando insieme per ottenere ancora ulteriori e più ampi risultati”.

“L'AcegasApsAmga è sempre in prima linea per contribuire e collaborare in maniera attiva a migliorare la città, e anche in questa occasione – ha detto Riccardo Finelli – ci siamo resi da subito disponibili e pronti a partecipare ad un'iniziativa di importante impatto sociale e civico nella comunità”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento