Domenica, 21 Luglio 2024
Misure antincendio

Incendi: al via il piano prevenzione per l'estate

Riccardi: "Le procedure operative in caso di necessità sono state verificate e risultano pienamente efficaci: il sistema dell'emergenza del Friuli Venezia Giulia è pronto e adeguato ad affrontare la stagione estiva"

TRIESTE - Pronto il piano di prevenzione per gli incendi estivi con controlli aerei, sfalcio della vegetazione secca vicino alle rotaie della linea ferroviaria, implementazione delle strade forestali e svariati provvedimenti. Il piano è stato illustrato dall'assessore regionale alla protezione civile Riccardo Riccardi dopo la riunione in Prefettura sul tema della prevenzione degli incendi, alla quale hanno partecipato i prefetti di Trieste e Gorizia, Pietro Signoriello e Raffaele Ricciardi, il questore di Trieste Pietro Ostuni, i vertici della protezione civile del Friuli Venezia Giulia, dei vigili del fuoco, della polizia di Stato, dell'arma dei carabinieri e i rappresentanti di rete ferroviaria italiana.

Le attività di prevenzione

"Le attività di prevenzione degli incendi - ha detto Riccardi - sono state regolarmente messe in campo e le procedure operative in caso di necessità sono state verificate e risultano pienamente efficaci: il sistema dell'emergenza del Friuli Venezia Giulia è pronto e adeguato ad affrontare la stagione estiva. Rfi ha attuato una serie di trattamenti per ridurre la vegetazione secca a ridosso dei binari e proseguito la realizzazione dei muretti tagliafuoco in prossimità della linea ferroviaria, che in passato ha rappresentato un punto critico. Inoltre, rispetto allo scorso anno è stato registrato un aumento del 30% delle precipitazioni, per cui auspichiamo di non dover affrontare situazioni complesse come quelle verificatesi nel 2022". Una situazione "al momento tranquilla" quella in Fvg, ma la colonna mobile della protezione civile del Fvg, nei prossimi giorni, partirà per raggiungere la Sardegna a causa dei roghi scoppiati in questi giorni.

L'assessore ha poi spiegato che "la Protezione civile del Friuli Venezia Giulia ha già effettuato dei controlli aerei delle aree più a rischio d'incendio nelle ex province di Trieste e Gorizia e non sono state individuate criticità. La scorsa settimana si è inoltre tenuta la riunione plenaria di tutte le strutture operative del Sistema nazionale di Protezione civile proprio sul tema degli incendi boschivi, dalla quale è emerso che sono attese criticità soprattutto nel centro sud della Penisola. Inoltre, per quanto riguarda il contrasto dei roghi, oltre a disporre di squadre di pronto intervento specificamente formate, il Friuli Venezia Giulia dispone di una propria flotta di elicotteri antincendio, alla quale si aggiungono, in caso di necessità, il mezzo dislocato a Casarsa della Delizia".

Riccardi ha rimarcato infine che "la Protezione civile del Friuli Venezia Giulia, il Corpo forestale regionale e la Direzione agricoltura stanno lavorando a un progetto pluriennale per l'implementazione delle strade forestali. Si tratta di un altro aspetto importante nel contrasto degli incendi, perché favorire la rapida capacità di penetrazione dei mezzi e delle squadre di pronto intervento sul territorio consente di arginare eventuali roghi e spegnerli prima che possano espandersi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendi: al via il piano prevenzione per l'estate
TriestePrima è in caricamento