Cronaca

Pronto soccorso, ASUITS: "Ridotta di un'ora l’attesa dei codici verdi"

Secondo il commissario straordinario Poggiana "Sono l'85% degli ingressi". Sulla polemica riguardo all'area separata per gli accompagnatori "L’assistenza dei parenti non è stata negata in assoluto, ma filtrata. Nessuna contenzione per nessuno"

Infuria sui social la polemica sulla riorganizzazione del pronto soccorso di Cattinara relativamente all'area separata per gli accompagnatori dei pazienti. Una scelta, come dichiarato in fase preliminare dall'assessore Riccardi, operata affinché "i pazienti vivano una condizione migliore e i familiari al loro seguito affrontino l'attesa con maggiore tranquillità. In questo modo gli operatori sanitari possono concentrarsi sulle emergenze mediche avendo una pressione minore rispetto al passato". Un provvedimento che ha diviso l'opinione pubblica e ha sollevato scalpore in rete, e in una recente nota stampa il gruppo Costituzione 32 parla addirittura di "separazione coatta che causa sofferenze ai pazienti".

Poggiana: "Code ridotte di un'ora per i codici verdi"

Alle accuse risponde il commissario straordinario dell'ASUITS: "Voglio rispondere a quanto viene riportato sui social in questi giorni in merito alla riorganizzazione del Pronto Soccorso e Medicina d’Urgenza di ASUITs. La scelta, decisa e condivisa con il direttore del servizio, ha permesso di migliorare l’efficienza e la privacy dei pazienti. In particolare abbiamo ridotto le attese di un’ora per i codici verdi, che sono l’80% degli accessi al Pronto Soccorso, questo grazie alla riorganizzazione complessiva del sistema. L’assistenza diretta da parte degli accompagnatori/ parenti non è stata negata in assoluto, ma filtrata".

"Nessuna contenzione"

"Nessuna contenzione per nessuno - assicura Poggiana -, siamo uno degli ospedali in Italia liberi da contenzione per i pazienti. Come ho già dichiarato in questi giorni, la riorganizzazione andrà avanti e sono ovviamente disponibile ad accogliere suggerimenti per migliorare la permanenza dei pazienti e il collegamento con le loro famiglie, che sono parte della cura". 

Cominotto: "Sovraffollamento intacca qualità delle cure"

Un'ulteriore argomentazione è stata fornita già in data 5 settembre durante una conferenza stampa, dal dirigente medico del pronto soccorso Franco Cominotto: “Fino a una settimana fa l'area di attesa era occupata per il 50% da accompagnatori e non da pazienti. Questo sovraffollamento intaccava pesantemente la qualità delle cure. Ora c'è un'area di attesa dedicata e gli accompagnatori sono aggiornati costantemente grazie a un assistente, per dare modo al personale sanitario di dedicarsi esclusivamente alle cure senza doversi fermare a dare informazioni, e nel rispetto della privacy dei pazienti, che non devono più dividere lo spazio con 10 – 15 accompagnatori altrui”. 

Eventuali suggerimenti

I suggerimenti, come spiegato nella nota inviata da Poggiana, possono essere inviati all’Ufficio Relazioni col Pubblico alla seguente email: gestione.reclami@asuits.sanita.fvg.it, oppure telefonando allo 0403997180 lunedì-venerdì dalle 8.30 alle 13.00.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pronto soccorso, ASUITS: "Ridotta di un'ora l’attesa dei codici verdi"

TriestePrima è in caricamento