Venerdì, 12 Luglio 2024
Ambiente / Molo Audace

Attivisti ricoperti di finto petrolio sul molo Audace: la protesta contro la Siot

Una simbolica performance davanti al molo Audace per opporsi alla costruzione delle centraline a metano in Fvg da parte della Società italiana per l'oleodotto transalpino

TRIESTE - Extinction Rebellion, il collettivo di attivisti per il clima, ha protestato ieri davanti al Molo Audace puntando il dito contro la Siot e la Regione Fvg. Una simbolica performance davanti al molo Audace per opporsi alla costruzione delle centraline a metano in Fvg da parte della Società italiana per l'oleodotto transalpino. Gli attivisti di Extinction Rebellion, sostenuti da Fridays For Future e Comitati Alto But, Lago di Cavazzo, STOP TTIP, hanno esposto un banner con la frase “Basta crimini climatici. Stop al fossile” e due figure, che rappresentavano la Siot e la Regione, hanno versato da due taniche d'oro del finto petrolio su due persone distese a terra.

"Ci siamo ritrovati qui sul molo Audace per contestare l'operato della Siot e della Regione Friuli Venezia Giulia - spiega Tommaso, attivista di ER -, che vogliono installare quattro nuove centraline a gas metano lungo il corso dell'oleodotto transalpino in tutta la regione. Sono stati fatti studi indipendenti che hanno smentito le dicharazioni fatte dalla Siot sui benefici che questo potrebbe avere, sono pendenti due ricorsi al Tar ma comunque la Siot sta continuando a costruire le sue centrali. Siamo qui oggi per cercare di portare la Regione a ragionare su questo tema".

“A investire nella SIOT e spingere per la realizzazione di questi progetti ci sono aziende come Shell, Eni ed Exxon” dichiara ancora l'esponente di Extiction Rebellion “Le stesse che già 50 anni fa sapevano e hanno nascosto al mondo delle gravi conseguenze che le loro attività avrebbero provocato, portando consapevolmente il clima al collasso per non ostacolare i loro profitti. Un vero e proprio crimine nei confronti di intere popolazioni, dei cittadini e cittadine che oggi subiranno gli effetti di quella che è ad oggi un'emergenza ecoclimatica di dimensioni spaventose”.

EC39669A-79FE-4CA2-BFD7-B451322FF12B

B90B3661-F012-4ABE-A4CC-963E65A4497A

94204212-3985-430D-8511-924F02D2DAD3

F27E0CA0-A25E-4E46-9F19-5B18EE5ADF3C

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attivisti ricoperti di finto petrolio sul molo Audace: la protesta contro la Siot
TriestePrima è in caricamento