Cronaca

Pucci a Triesteprima: «A Trieste ho frequentato la scuola di polizia a San Giovanni»

Applaudito spettacolo del comico milanese al Casinò Perla di Nova Gorica

Arena spettacoli del Casinò Perla di Nova Gorica gremita per l’atteso spettacolo del poliedrico  Andrea Baccan, più conosciuto dal grande pubblico come Andrea Pucci, da nove anni sul palcoscenico di Colorado.

Rapporti di coppia, il legame mamma/ figlio, i diversi dialetti italiani e le avventure in discoteca tra amici sono stati tra i principali assi portanti di uno spettacolo che non ha mai smesso di far ridere il nutrito numero di appassionati, accorsi anche dal vicino veneto. Oltre un’ora e un quarto ininterrotta di allegria che il comico milanese ha saputo trasmettere grazia ad uno spettacolo scritto in modo omogeneo ed organico, con una serie di stacchetti e di pause musical “tattiche” ben studiate a tavolino, tra una scenetta ed l’altra.

Pucci racconta a Triesteprima che  «A Trieste ho frequentato la scuola di polizia a San Giovanni. Ho un bel ricordo della città, si mangia molto bene, ma ci sono un sacco di cibi tedeschi tipo wurstel e crauti che sono un po’ lontani dal mio modo di mangiare, città ricordo piena di giovani e di belle donne».

Prima di diventare comico, Pucci faceva il venditore di gioielli nella sua città Natale, perché questa scelta radicale? Pucci spiega che «E’ stata fortemente voluta. La gioielleria l’avevo con mio papà ma mi sentivo in gabbia, mi sembrava di essere io stesso dentro la cassaforte. Avevo questa vena artistica che volevo esprimere al meglio. Ho iniziato con la Valtur, mi sono allontanato dalla situazione economica di sostegno che mi portava a star bene e con grande sacrificio ho rincominciato da zero».

Il comico ha alle spalle ben nove anni di Colorado, con la decima edizione in partenza imminente, ma come è cambiato il programma nel corso di questo decennio? Pucci su questo afferma che «è cambiato, più predisposto alla gente, stiamo andando a cercare il nucleo familiare, dai bambini, all’adolescente, al ragazzo che sta per diventare adulto ai più maturi. Il successo di Colorado è dovuto al fatto che è un programma capibile a tutti, nazionalpopolare che coinvolge tutta la famiglia che è seduta sul divano. E’ la fascia d’orario che determina l’interesse del pubblico sul prodotto televisivo stesso. Se Colorado andasse a Canale 5 il programma non ne trarrebbe vantaggi, anzi probabilmente ne perderebbe in termini di ascolti. Il pubblico della rete ammiraglia di Mediaset è più ?esigente. Non ricercano il tipo di comicità che proponiamo noi, è piuttosto lontana da ciò che quel tipo di ascoltatori ricercano».

Riguardo alla mancata partecipazione ad un reality il comico afferma che «non ho mai partecipato per mia scelta, per il caratteraccio che ho che mi rovinerebbe la carriera».

Noto supporter interista, non poteva mancare una domanda tematica «Lascio tempo a Thohir di sistemare la squadra, gli uomini che abbiamo sono quelli. Il cambio di allenatore tra Mazzarri e Mancini lo approvo pienamente, il precedente allenatore mi ha deluso. Anche le interviste fatte dopo le partite con un risultato non positivo non trovava le motivazioni per spiegare la sconfitta o il perché della partita poco brillante. Non è pronto per allenare un grande club».

Infine un'anticipazione: «Colorado ripartirà il 12 Gennaio».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pucci a Triesteprima: «A Trieste ho frequentato la scuola di polizia a San Giovanni»

TriestePrima è in caricamento