rotate-mobile
Ambiente / Muggia - San Dorligo / Riva de Amicis, 7/a

Muggia, prima pulizia del fondale del Mandracchio ma sul fondo ancora 60 pneumatici

Ritrovati anche stivali, cellulari, bilance, sanitari e altri, alcuni depositati da parecchi anni. Un’operazione a cura dei volontari di associazioni ambientaliste nell’ambito del progetto della Regione "aMareFvg". Seguiranno iniziative analoghe pre ripescare i rimanenti rifiuti

Sono stati ripuliti questa mattina i fondali del Mandracchio a Muggia un’operazione a cura dei volontari di associazioni ambientaliste nell’ambito del progetto della Regione Friuli Venezia Giulia "aMareFvg". Un'iniziativa che ha visto coinvolti l'Altritalia Ambiente, il Comune di Muggia, Barcolana e FareAmbiente Fvg, con l'apporto scientifico di Mare Vivo e Area Marina Protetta di Miramare. 

“La situazione purtroppo non è bellissima, sul fondale abbiamo trovato di tutto e dobbiamo ancora trare fuori una sessantina di pneumatici - evidenzia Adriano Toffoli che ha coordinato l'intervento come consigliere nazionale e segretario regionale dell'AltraItalia Ambiente - dopo il controllo effettuato e la mappatura dei rifiuti, questo il primo intervento di pulizia nel Mandracchio e Porticciolo di Muggia, altri quindi ne seguiranno per riportare quel tratto di fondale al giusto decoro ambientale che merita".

Ad immergersi per ripulire la zona anche l’assessore comunale di Muggia Elisabetta Steffè, “sono stati ritrovati molti rifiuti, come plastica, teloni, corde ma anche diversi oggetti come stivali cellulari, bilance, sanitari e molti altri rifiuti che dovevano essere depositati sul fondo del Mandracchio in alcuni casa da parecchi anni. Questa giornata è stata molto produttiva, anche se non sarà l’ultima pulizia, puntiamo a organizzare un altro evento entro la fine del 2022. Ringrazio sentitamente tutti i subacquei che si sono immersi e tutta l’organizzazione in generale”. 

"In seguito al monitoraggio – ha spiegato Giorgio Cecco, coordinatore regionale di FareAmbiente - siamo passati alla fase operativa di pulizia per continuare con il progetto pilota avviato dall'amministrazione regionale e che ora si sta strutturando nei singoli comuni, non solo con interventi mirati di asporto dei rifiuti, ma anche di sensibilizzazione ambientale, tante le associazioni presenti oggi che ringraziamo: i volontari della Protezione Civile di Muggia, i Pompieri Volontari, Ghisleri, Immersioni con i Caschi, Scuba Tortuga, Murena, CST, I Diportisti di Muggia, inoltre la Lega Navale e Bignami sub per il supporto tecnico". 

Barcolana è partner del progetto aMare Muggia come Barcolana Sea Summit, promuovendone l’organizzazione e sensibilizzando gli utenti attraverso la comunicazione sui propri canali e la distribuzione di gadget durante l’evento. “Da sempre Barcolana è sensibile al tema ambientale - ha dichiarato Mitja Gialuz, Presidente della Società Velica di Barcola e Grignano - tema che abbiamo ampiamente trattato anche all’interno del Barcolana Sea Summit. Riteniamo infatti che il rispetto e la valorizzazione del mare sia un elemento imprescindibile per lo sviluppo di una società adeguatamente integrata con l’ambiente che la circonda. Per questo motivo abbiamo subito sposato l’iniziativa, che trova nel mare il proprio focus”.

3-4

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muggia, prima pulizia del fondale del Mandracchio ma sul fondo ancora 60 pneumatici

TriestePrima è in caricamento