menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Purtroppo "no Scrivemo sta Roba per Insempiar la gente"...E' Morto Lino Carpinteri

Se n'è andato anche Lino Carpinteri. Giornalista e scrittore triestino, insieme a Mariano Faraguna (scomparso nel 2001) aveva creato la pagina del lunedì della “Cittadella” e l'indimenticabile serie delle “Maldobrie”.Era nato nel 1924. Nella foto...

Se n'è andato anche Lino Carpinteri.
Giornalista e scrittore triestino, insieme a Mariano Faraguna (scomparso nel 2001) aveva creato la pagina del lunedì della "Cittadella" e l'indimenticabile serie delle "Maldobrie".
Era nato nel 1924.
Nella foto Lino Carpinteri (sulla destra) insieme a Mariano Faraguna.

Da Wikipedia:

Carpinteri & Faraguna sono una coppia di giornalisti, scrittori e commediografi dialettali italiani di origine triestina Lino Carpinteri (Trieste 1924 - Trieste 2013) e Mariano Faraguna (Trieste 1924 - Trieste 2001).

La maggior parte delle loro opere è ambientata in una regione, più ideale che reale, incontro delle culture mitteleuropee ed adriatiche che va da Trieste all'alta Dalmazia (comprendendo Istria e Quarnero).

L'epoca storica è spesso quella della dominazione austro-ungarica (vista come epoca "felix") vissuta da personaggi con forte connotazione locale e popolare. La lingua utilizzata è il cosiddetto istro-veneto: più che un dialetto, una "lingua franca" su base veneta con numerosissime influenze slave e tedesche, ma perfino turche ed arabe (e latine, come del resto il dialetto triestino appartenente alla lingua veneta).

Le Maldobrìe
L'opera principale e più conosciuta, anche fuori dai confini locali, è la serie delle "Maldobrìe" (dal croato malo dobro = poco bene, mica bene, così così; che porta anche il significato dialettale di marachelle, birbonate, ecc.): raccolte di storie e racconti di ambiente giuliano-dalmata ispirati al ricordo di un mondo che non c'è più e a dei valori ormai scomparsi. Lo schema dei racconti è pressoché sempre lo stesso: i battibecchi e i ricordi di Bortolo (un marinaio ormai in pensione e dalle mille avventure, reali o millantate) e della siora Nina (anziana massaia pettegola e credulona). L'elenco dei volumi:

Le Maldobrìe (1965)
Prima della Prima Guerra (1968)
L'Austria era un paese ordinato (1969)
Noi delle Vecchie Province (1971)
Povero nostro Franz (1976)
Viva l'A. (1983).

Ci sono però altri volumi che vale la pena di ricordare:

Serbidiola
Porto Sconto
Débegnac, Débegnac
Cosa dirà la Débegnac?
Delikatessen
Cosa dirà la gente
Trieste in anticamera - Nove anni sotto due bandiere

Il Teatro

La produzione teatrale del duo si ispira anch'essa ai temi, ai luoghi ed ai personaggi della Maldobrìe, sviluppandone anche la lingua, questa volta "parlata". A Trieste e provincia, e talvolta anche in Istria e Quarnero, sono numerose le messe in scena delle commedie di C&F da parte sia di compagnie importanti sia di filodrammatiche dilettantesche. Alcuni titoli: Un biglietto da mille corone (1987), Marinaresca (1988), Co' ierimo putei (1989), Sette sedie di paglia di Vienna (1991), Putei e putele (1992), Pronto, mama...? (1993) e Locanda Grande (1994); inoltre esistono svariate raccolte di adattamenti delle Maldobrìe, sia come drammatizzazioni che come monologhi.


Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Festa della mamma: origini e curiosità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento