Cronaca

"se io fossi il Sindaco": Parte la Formazione per gli Insegnanti sulla Sperimentazione del Consiglio Comunale dei Ragazzi

La fase di avvio pertanto prevede un’introduzione formativa ai principi che ispirano il progetto dei CCR e le relative implicazioni pedagogiche Martedì 22 ottobre, alle 16.30, ha luogo la prima giornata formativa per la realizzazione del...

La fase di avvio pertanto prevede un'introduzione formativa ai principi che ispirano il progetto dei CCR e le relative implicazioni pedagogiche

Martedì 22 ottobre, alle 16.30, ha luogo la prima giornata formativa per la realizzazione del progetto "Se io fossi il sindaco", rivolto all'avvio sperimentale del Consiglio Comunale dei Ragazzi a Trieste. Il progetto, nato per volontà dell'Area Educazione, Università e Ricerca del Comune di Trieste e dell'assessore Antonella Grim (per info www.retecivica.trieste.it), intende creare un organismo che consenta la partecipazione dei ragazzi dai 9 ai 14 anni alla vita della città.

Si tratta di un'esperienza che ha già alcuni anni in Italia e che nella regione Friuli Venezia Giulia vede funzionare già circa 70 CCR. «Abbiamo aderito con slancio al progetto del Consiglio Comunale dei Ragazzi - sottolinea l'assessore Grim -, la partecipazione è una delle linee strategiche che l'amministrazione comunale nella sua interezza sta portando avanti, in un periodo complicato e complesso come quello che stiamo attraversando, proprio per la necessità di rafforzare i legami di socialità e il senso di appartenenza alla comunità. Le strutture educative e la scuola devono diventare sempre di più luoghi aperti e condivisi dalla e per la comunità nella sua interezza».

Il progetto ha il sostegno di Ufficio Scoalstico Regionale, di Unicef - Comitato Provinciale di Trieste e il finanziamento della Regione Friuli Venezia Giulia, che ha attivato con un bando ad hoc lo start up dell'iniziativa. Le classi che hanno aderito sono 30 di 14 scuole tra primarie e secondarie di primo grado; aderiscono al percorso anche 3 ricreatori comunali, interessati ad approfondire il tema delle tecniche di partecipazione e di cittadinanza attiva.

La fase di avvio pertanto prevede un'introduzione formativa ai principi che ispirano il progetto dei CCR e le relative implicazioni pedagogiche: il primo incontro, martedì 22 ottobre, è curato da Fabia Mellina Bares, docente dell'Università di Udine, che ha il compito di delineare il quadro normativo su cui poggiano i diritti dei bambini e dei ragazzi: prima fra tutte la Convenzione per i Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza di New York, sottoscritta nel 1989 e ratificata in Italia con legge dello stato nel 1996. L'apertura sarà affidata al consigliere regionale Franco Codega che spesso nel passato si è occupato di temi relativi agli spazi di espressione dei giovani.

Il secondo incontro formativo, previsto lunedì 28 ottobre, sarà curato da Franco Santamaria, docente dell'Università di Trieste, e affronta le implicazioni educative dei percorsi di partecipazione specie nella delicata fascia di età della pre adolescenza.

Un terzo incontro formativo, centrato sulle tecniche di progettazione partecipata e sulla facilitazione educativa curato dall'Associazione Kallipolis, sarà rivolto al gruppo di lavoro degli insegnanti aderenti al progetto.

Gli incontri (a ingresso libero con orario 16.30 - 18.30) promossi in collaborazione all'Ufficio garante infanzia ed adolescenza della Direzione centrale cultura, sport e solidarietà, saranno realizzati nella Sala Tessitori della Regione Fvg in piazza Oberdan 5 e indirizzati agli operatori scolastici, educativi e alle famiglie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"se io fossi il Sindaco": Parte la Formazione per gli Insegnanti sulla Sperimentazione del Consiglio Comunale dei Ragazzi

TriestePrima è in caricamento