Lunedì, 15 Luglio 2024
L'iniziativa / Barriera Vecchia - Città Vecchia / Largo dei Granatieri

Violenza sulle donne: la raccolta fondi per il Goap

Animata dagli interventi di varie artiste, l'asta non convenzionale si è svolta all'interno dello storico negozio Florit. Nel corso dell'evento il signor Vincenzo, un privato cittadino, ha acquistato l'opera d'arte per oltre 800 euro. Grazie alla sua generosità, tale cifra è stata devoluta al centro antiviolenza

TRIESTE - Presentato oggi il progetto "Donna Libera", raccolta fondi a favore del centro antiviolenza Goap di Trieste su iniziativa dell'artista Arturo D'Ascanio, che ha realizzato, esposto e messo all'asta un'opera a scopo benefico. Animata dagli interventi di varie artiste, l'asta non convenzionale si è svolta all'interno dello storico negozio Florit. Nel corso dell'evento il signor Vincenzo, un privato cittadino, ha acquistato l'opera d'arte per oltre 800 euro. Grazie alla sua generosità, tale cifra è stata devoluta al centro antiviolenza.

Il progetto è stato presentato oggi alla presenza dell'assessore comunale alle politiche della cultura e del turismo Giorgio Rossi. Erano presenti inoltre l'artista Arturo D'Ascanio, il critico d'arte Franco Rosso, la modella dell'opera d'arte Laura Settanni, la moderatrice dell'evento Cecilia La Paglia, la poetessa Marianna Pavanello, l'attrice Elisabetta Cancelli, le referenti del Centro Antiviolenza Goap.

Ha dichiarato l'assessore Giorgio Rossi: "Il Comune appoggia le iniziative positive che arrivano dal territorio. Il progetto 'Donna Libera' si focalizza sul problema centrale della violenza contro la donna. Le donne sono un punto di riferimento per la società, attraverso i secoli così come nella modernità, ma nonostante ciò sono anche portatrici di una differenza di trattamento, spesso negativa da parte del maschile. Accanto ai diritti civili acquisiti grazie ai sacrifici di molte persone nella storia, oggi ci sono infatti anche gli episodi di femminicidio, a testimoniare che c'è ancora tanta strada da fare. In tale direzione questo progetto è un contributo positivo. L'opera d'arte protagonista del progetto rappresenta una giovane donna che guarda al futuro con senso di libertà e protezione. Ringrazio pertanto a nome dell'Amministrazione comunale l'artista e tutti coloro che hanno reso possibile la riuscita del progetto nonché le operatrici del Goap per il loro costante lavoro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza sulle donne: la raccolta fondi per il Goap
TriestePrima è in caricamento