rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca

Dipiazza contrario al raduno neofascista del 3 novembre

Il sindaco esprime la sua contrarietà nei confronti del raduno che il giorno di San Giusto porterà migliaia di neofascisti a Trieste. "I fatti dimostrano che da tempo sto lavorando per un processo di pacificazione ma evidentemente questo a qualcuno non va bene, per loro è meglio speculare sulle divisioni e sul dolore"

"Sono profondamente contrario a manifestazioni di questo tipo". Le parole sono quelle del sindaco di Trieste Roberto Dipiazza e si riferiscono al corteo nazionale di CasaPound in calendario per il 3 novembre prossimo, giornata in cui la città celebra tradizionalmente il suo santo patrono, san Giusto. Il giorno dopo, il 4 novembre, è atteso proprio nel capoluogo del Friuli Venezia Giulia il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Le commemorazioni

Il 4 novembre rappresenta la Festa dell'Unità nazionale e la Giornata delle Forze armate. Per il confine orientale d'Italia e per la particolarità che questa frontiera ha sempre manifestato, il 4 novembre chiude anche le commemorazioni ufficiali del centenario della Grande guerra. I commenti sul raduno e sulle diverse posizioni politiche in questi ultimi giorni si sono sprecati. Per il Partito Democratico la situazione a Trieste sarebbe molto grave, mentre il Governatore della Regione Massimiliano Fedriga cerca di trovare equilibrio tra le derive politiche dell'estremismo.

Le parole del primo cittadino

Roberto Dipiazza ha poi affermato, ai microfoni di Telequattro che "sono i fatti che dimostrano che da tempo a Trieste sto lavorando per un processo di pacificazione e su questa strada ho intenzione di proseguire. Evidentemente questo a qualcuno non va bene, per loro è meglio speculare sulle divisioni e sul dolore, ma sappiamo chi sono queste persone". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dipiazza contrario al raduno neofascista del 3 novembre

TriestePrima è in caricamento