Cacciaviti nei reggiseni e chiave inglese in un calzino: due ragazze denunciate dalla Polizia

Per la ragazza maggiorenne foglio di via valido per tre anni a Trieste

Ieri pomeriggio, martedì 26 giugno, la Polizia di Stato di Trieste ha deferito in stato di libertà due ragazze di nazionalità croata, di cui una minorenne. Nell’ambito del controllo istituzionale del territorio, mentre stavano transitando in piazza della Borsa, personale della Squadra Volante della Questura ha notato le due aggirarsi con fare sospetto e intente ad osservare i portoni degli stabili.
Le ha fermate e le ha identificate. In un primo momento entrambe hanno dichiarato di essere maggiorenni. Inoltre, gli operatori hanno notato addosso alle due degli oggetti atti a offendere sotto i reggiseni e che si sono fatti consegnare: una chiave inglese occultata in un calzino e tre cacciaviti.

Sono state accompagnate in Questura e si è appurato che uno delle due risultava essere maggiorenne: S.J., nata nel 1998, già nota alle forze dell’ordine. Queste sue condotte, oltre alla denuncia per false attestazioni e per il possesso ingiustificato di oggetti atti a offendere, hanno comportato anche l’emissione da parte del Questore di una misura di prevenzione consistente nel foglio di via obbligatorio, inibendole di ritornare nel comune di Trieste per tre anni.
La minorenne è stata affidata a una competente struttura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

  • Minorenne picchiato da un 'ambulante': il racconto della vittima

Torna su
TriestePrima è in caricamento