rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca

Rapina a Opicina, Sap: "Commissariato ai minimi termini"

"Di fronte a questi crimini servono assunzioni in tempi rapidi. Seppur recentemente rinforzato da due unità, il Commissariato di Opicina nel 2003 era composto da 33 unità rispetto le 12 odierne"

Dopo la rapina di ieri sera, venerdì 11 gennaio, a Opicina, non tarda a farsi sentire la voce del Sindacato Autonomo di Polizia: "Quanto successo ieri ad Opicina - spiega il segretario provinciale Lorenzo Tamaro - è l’ennesimo caso che conferma quanto sia importante e necessaria la presenza sul territorio ed in particolare sull’altipiano carsico delle forze dell’ordine e di un presidio di Polizia come quello del Commissariato di Opicina, oggi ridotto ai minimi termini rispetto ad un tempo, seppur recentemente rinforzato da due unità (nel 2003 era composto da 33 unità rispetto le 12 odierne)".

"Servono nuove e importanti assunzioni"

"Le ormai note carenze di organico - continua il Sap -, hanno messo nella difficile condizione operativa molti posti di Polizia. Serve quindi si attui in tempi rapidi a delle nuove assunzioni, con numeri importanti, affinché posti come il Commissariato di Opicina, che svolge una funzione così importante  in zone isolate e a ridosso della città, possano essere ancor più efficienti, per poter fronteggiare fatti criminali come questo.

Migranti, Sap: "Triplicati gli irregolari rintracciati"

Grande successo per la "Befana del Sap"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina a Opicina, Sap: "Commissariato ai minimi termini"

TriestePrima è in caricamento