menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapina all'Unipol di piazza Oberdan, trovato il complice del rapinatore morto in Veneto

Nel giro di pochi mesi è stato identificato anche il complice che ha svolto funzioni di “palo” all’esterno della banca. Si tratta di Mauro Loy, triestino di 28 anni, che è stato raggiunto dalla misura cautelare degli arresti domiciliari

A seguito di serrate indagini condotte dalla Polizia di Trieste, coordinate dalla Procura della Repubblica giuliana, gli uomini della Squadra Mobile hanno fatto piena luce sull'eclatante rapina a mano armata dello scorso  31 agosto alla filiale Unipol di piazza Oberdan, individuando i due  responsabili.

Il primo rapinatore, era stato individuato dagli inquirenti nel giro di 48 ore, Diego Presbiteri De Lassis, triestino 43enne, che però era stato trovato morto in un canale nella località di Campalto (Ve): la causa del decesso è poi stata accertata in un malore in seguito all’assunzione di sostanze stupefacenti.

Nel giro di pochi mesi è stato identificato anche il complice che ha svolto funzioni di “palo” all’esterno della banca. Si tratta di Mauro Loy, triestino di 28 anni, che è stato raggiunto dalla misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dall’autorità giudiziaria triestina. Nel corso della perquisizione gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato una radio trasmittente usata in occasione della rapina per tenere i contatti con il complice.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Risi e bisi: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento