menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coltivare le Proprie Verdure sul Terreno Concesso dal Comune (con Acqua)

L’amministrazione comunale nel rispetto delle linee del suo programma ha deciso di mettere a disposizione dei cittadini (in particolare per ora di: famiglie, pensionati ed associazioni) delle aree verdi comunali affinché vengano coltivate ad orto...

L'amministrazione comunale nel rispetto delle linee del suo programma ha deciso di mettere a disposizione dei cittadini (in particolare per ora di: famiglie, pensionati ed associazioni) delle aree verdi comunali affinché vengano coltivate ad orto.

Parte in via sperimentale nell'area in via Strada di Fiume dopo l'incrocio con via Campanelle in prossimità dei parcheggi e della fermata dell'autobus 37.

Il progetto partirà in questi giorni in via sperimentale con quest'area che è un ampio appezzamento posizionato sotto una scarpata che fa da filtro vegetale rispetto al traffico.

L'area consentirà di ricavare in questa prima fase 10 orti di 60 mq ciascuno, poi in un secondo momento disponendo di altre risorse potrebbe ospitare altri 15/20 orti e potrebbe consentire di apportare delle migliorie a quelli esistenti quali accessi più agevoli, ricovero per gli attrezzi, percorsi interni, sistemi di irrigazione, contenitori adeguati per il compostaggio ?.

Proprio perché si tratta di aree pubbliche e proprio per la finalità del progetto, chi desidera fare la domanda per l'assegnazione deve impegnarsi a rispettare un patto che prevede una serie di oneri che vanno da principi di buon senso (come non occupare le aree con propri materiali, condividere lo spazio con gli altri affidatari,...) a regole pratiche di utilizzo (dedicarsi personalmente alla cura dell'orto, non fare commercio dei prodotti che vengono raccolti, utilizzare l'acqua con razionalità
senza sprechi inutili, ?) ad aspetti più formali, quali il pagamento del canone.

Tutte queste informazioni saranno dettagliatamente esposte nel Bando e nelle Regole di utilizzo che verranno consegnate insieme al modulo per fare la domanda.

Dei 10 orti a disposizione 4 verranno assegnati a famiglie, 4 a pensionati e 2 ad associazioni.

L'assegnazione avverrà in base ad una graduatoria a punteggio.

La tabella dei punteggi sarà indicata nel Bando e sarà distinta in base alla tipologia del richiedente.

I criteri nella scelta dei punteggi sono stati predisposti proprio con l'intento di concretizzare le finalità dell'istituto che abbiamo esposto sopra.

Saranno privilegiate le persone che risiedono nella zona dove si trovano gli orti, ricordiamo in Strada di Fiume (quindi in questo caso essendo l'area a confine, i residenti delle due circoscrizioni coinvolte, la 5 e la 6, questo proprio per una questione di sostenibilità ambientale negli spostamenti e anche nell'ottica della socializzazione di quartiere.
Inoltre per i pensionati saranno privilegiati quelli che hanno un età più prossima ai 65 anni proprio per mantenersi attivi, tutti uniti per un impegno comune: curare i terreni affidati e quelli adiacenti in armonia in modo che non vengano lasciati incolti e che la terra prenda nuova vita, a tale scopo l'ufficio farà dei sopralluoghi per monitorare l'utilizzo.

In questa prima sperimentazione l'orto verrà affidato per la durata di 18 mesi, a decorrere da giugno, in modo da consentire all'affidatario di poter beneficiare di due estati.
Nella prima ci si cimenterà e nella seconda si consoliderà l'esperienza maturata.

Il canone di concessione è volto a coprire le spese dell'acqua, quindi è legato anche al consumo della stessa. La quota di base è di 96 euro per 12 mesi + 48 euro per i rimanenti 6 mesi (tot ) salvo conguagli a fine estate se il consumo dovesse essere superiore a quello pattuito in origine.
La quota di base è frutto di una valutazione sulla base di situazioni simili nel rispetto di un utilizzo ponderato della risorsa.


Premesso che si è voluto accorciare i tempi per questa prima fase di sperimentazione con gli orti di Strada di Fiume, non si è riusciti per il momento a strutturare anche la parte della formazione e dell'afffiancamento nell'attività della coltivazione.

Possiamo però indirizzare le persone interessate all'iniziativa "Urbi et Horti" organizzata da BioEst, in collaborazione con Italia Nostra FVG e Associazione AIAB Associazione Italiana Agricoltura Biologica con il patrocinio del Comune di Trieste.

Gli appuntamenti per gli interessati sono il venerdì in via degli inchiostri alla casa del giovane dalle 17.30 alle 19.30. Per i contatti si può chiedere anche all'URP del Comune

Gl'interessati possono andare dal giorno 5 aprile al giorno 24 aprile allo sportello URP in Via della procurerai 2/a per ritirare il modulo per fare la domanda, il Bando e il Regolamento.
Una volta letta con attenzione la documentazione e compilata la domanda questa deve essere depositata all'Ufficio Protocollo generale in via Punta del Forno 2 entro il 26 aprile.

Orti in partenza prevede 3 fermate? per la conoscenza del luogo nel periodo di apertura del bando accompagnati dalla collega del verde che prima ci ha illustrato il progetto.

Si potranno fare anche delle visite per vedere gli appezzamenti di terreno, con appuntamento in loco (sulla strada a metà dei parcheggi):

merc. 11 aprile ore 9.30
merc. 18 aprile ore 13.30
lun. 23 aprile ore 18.00

La graduatoria sarà disponibile entro la fine di maggio anche in considerazione al numero delle domande che arriveranno.

Per tutte le informazioni ci si può rivolgere allo sportello dell'URP in via della Procureria 2/a da lunedì a venerdì 9 - 12.30 mercoledì e giovedì anche 14.30 alle 17.00.
Tutte le informazioni saranno anche disponibili in rete civica www.retecivica.trieste.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Fvg resta in zona arancione

  • Cronaca

    Covid: quasi 5 mila controlli nell'ultima settimana, 37 le sanzioni

  • Cronaca

    In giro con coltello a serramanico: denunciato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento