rotate-mobile
Cronaca

Reati in città: raddoppiati i casi di stalking, diminuiscono i furti

Inaugurato sabato l'anno giudiziario con una disamina da parte del procuratore generale della Corte d'Appello Grohmann sullo status della giustizia in città. I fascicoli riguardanti lo stalking passati da 47 a 90. Richiesto personale aggiuntivo

Inaugurato sabato l’anno giudiziario con una disamina da parte del procuratore generale della Corte d’Appello Dario Grohmann sullo status della giustizia in città.

Dati allarmanti sul fronte dello stalking dove, a fronte di numerose campagne di sensibilizzazione effettuate, sono raddoppiati i fascicoli (da 47 dell’anno 2012-13 ai 90 dell’anno 2013-14). Numeri invece favorevoli sul fronte dei furti, i cui procedimenti sono passati da 2550 a 2383, ben 167 in meno.

Il procuratore ha voluto puntare l’attenzione sul fatto che la percezione di pericolo da parte dei triestini è in costante aumento nonostante i procedimenti siano diminuiti, a causa di numerosi episodi saliti agli altari della cronaca. Da non sottovalutare l’impegno delle forze dell’ordine nel reprimere l’immigrazione clandestina grazie ai frequenti controlli operati dalla polizia di frontiera sui maggiori assi di scorrimento.

Particolare attenzione è stata attribuita inoltre  alla legislazione in materia di detenzione: grazie alle misure detentive alternative il problema del sovraffollamento carcerario si sta andando via via risolvendosi grazie, ad esempio, all’utilizzo del braccialetto elettronico.

Richiesto gran voce da parte di tutti i relatori personale aggiuntivo sul fronte della Giustizia in Italia in quanto gravemente sotto organico. Anche a Trieste la situazione è la medesima, con la Cancelleria del Tribunale bisognosa di nuovo personale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reati in città: raddoppiati i casi di stalking, diminuiscono i furti

TriestePrima è in caricamento